Quotidiani locali

Il Nobel per la Pace all'organizzazione per la messa al bando delle armi nucleari

Il comitato di Oslo assegna il premio all'Ican "il suo ruolo nel fare luce sulle catastrofiche conseguenze di un qualunque utilizzo di armi nucleari e per i suoi sforzi innovativi per arrivare a un trattato di proibizioni di queste armi"

Premio Nobel per la Pace 2017 a ICAN: l'annuncio da Oslo ICAN, la coalizione di organizzazioni non governative di oltre cento Paesi del mondo impegnate per abolire le armi nucleari, ha vinto il Premio Nobel per la Pace 2017. Nella sua motivazione, il comitato norvegese rimarca che l'ICAN ha contribuito "a incrementare l'attenzione sulle catastrofiche conseguenze umanitarie che l'utilizzo delle armi nucleari crea"

OSLO. Il premio Nobel per la Pace 2017 va all'Ican, l'organizzazione per il bando alle armi nucleari.

Il comitato dei Nobel di Oslo ha spiegato di aver voluto premiare l'organizzazione per "il suo ruolo nel fare luce sulle catastrofiche conseguenze di un qualunque utilizzo di armi nucleari e per i suoi sforzi innovativi per arrivare a un trattato di proibizioni di queste armi".

Il Comitato ha rivolto un appello agli Stati perché "si avviino negoziati rivolto alla graduale eliminazione dal mondo delle 15mila armi nucleari". Il prossimo sforzo, ha aggiunto, deve "riguardare gli Stati che hanno l'atomica.

Il logo dell'Ican
Il logo dell'Ican


E' la 19esima volta che il Nobel per la Pace va a chi si batte a favore del disarmo.

Nobel pace, Aquaro: "Colpo a Trump e Kim per tenere alta l'attenzione su rischio nucleare" Che significato ha la scelta di Stoccolma di assegnare il Nobel per la pace all'ICAN, la Campagna internazionale per l'abolizione delle armi nucleari che raccoglie oltre 440 gruppi di cento paesi diversi? Come va inteso nei confronti del presidente americano Donald Trump e del dittatore nordcoreano Kim Yong un? Il commento del corrispondente da Pechino Angelo Aquaro


L'Ican, organizzazione non-profit fondata nel 2007, raccoglie 406 organizzazioni partner in 101 Paesi. E' stata determinante quando nel luglio di quest'anno l'Onu ha adottato il nuovo trattato per la messa al bando delle armi nucleari, che entrerà in vigore quando 50 Stati lo ratificheranno.

Nobel pace, Rete Disarmo: ''Gentiloni abbia il coraggio di aderire al bando delle armi nucleari'' "Sentire che la campagna internazionale della quale facciamo parte è stata insignita del Nobel è una grande emozione. Cinquanta testate nucleari sono su suolo italiano, lavoreremo affinché il nostro governo si accodi al percorso di messa al bando delle armi nucleari". Così Francesco Vignarca della Rete Italiana Disarmo membra dell'ICAM , l'organizzazione non governativa che ha vinto il Nobel per la pace 2017. L'Italia è tra i Paesi che non hanno siglato il Trattato per la proibizione delle armi nucleari, adottato dall'Onu il 7 luglio. Spiega ancora Vignarca: "Nelle scorse settimane sono state presentate delle mozioni alla Camera che chiedevano l'adesione al trattato e tutte sono state respinte con formule vaghe"intervista di Antonio IovaneRadio Capital

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista