Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 20 gennaio 2018

Dall'espulsione di due aspiranti terroristi da Padova al progetto "Save my bike" per trovare le bici rubate a Livorno. Il meglio dell'informazione dai quotidiani locali del Gruppo Gedi

L'altare di Begarelli in San Pietro a rischio crollo. L’intervento costa 400mila euro
Modena. Servono 400mila euro e servono in fretta se non si vuole mettere seriamente a rischio il futuro di una delle opere d’arte antica più importanti di Modena. Una dei gruppi scultorei principali del modenese Antonio Begarelli - definito nel Cinquecento il “Michelangelo della plastica” dagli studiosi dell’epoca - è infatti malato, ha subito ingenti danni dalle scosse del terremoto del 2012.

La terra trema di nuovo: in Friuli torna la paura, la gente si riversa in strada
Udine. La terra ha tremato in Carnia ed è tornata la paura in Friuli. Prima un forte boato, poi la scossa che ha fatto oscillare per lunghi, interminabili secondi le pareti degli edifici. Erano le 18.39 di ieri quando i sismografi hanno registrato una scossa sismica di magnitudo 3.8 della scala Richter, con epicentro localizzato sotto il monte Strabut, a 12 chilometri di profondità e a circa 3 km a nord-ovest da Tolmezzo.L'eco del 76 non si è mai spenta e anche ieri la gente si è riversata sulle strade, gridando, in attesa di conoscere meglio la situazione.

Espulsi due aspiranti terroristi islamici
Padova. I loro nomi erano stati inseriti nella lista delle persone considerate pericolose perché vicine alla jihad. Entrambi hanno avuto un percorso simile perché l'estremismo l'hanno abbracciato in carcere. La polizia ha espulso entrambi, nell'ambito dell'attività di prevenzione disposta dal ministero dell'Interno in questo periodo di allarme diffuso a livello internazionale. Fermati un tunisino e un algerino: trovato un disegno della Torre Eiffel con l'angelo della morte.

Grande successo in Cina per il violoncellista Nigrelli
Mantova. Suonare davanti a una platea televisiva di oltre 20 milioni di spettatori non è cosa da tutti i giorni. Nicolò Nigrelli, violoncellista 28enne di San Benedetto Po, ha potuto vivere in prima persona questa emozione. Dal 30 dicembre al 4 gennaio, infatti, è stato protagonista con la Young musicians european orchestra in una serie di concerti che si sono tenuti nella città cinese di Haikou, capitale dell’isola di Hainan.

Arriva "Save my bike" per rintracciare le biciclette rubate
Livorno. Parte un progetto per rintracciare le biciclette rubate. Si chiama "Save my bike" ed è un dispositivo che permette, appunto, il rintracciamento delle due ruote private che sono state rubate. Dal Comune fanno sapere che sulle e biciclette di un migliaio cittadini sarà installato gratuitamente un sistema capace di permettere l'identificazione della propria bici da parte delle autorità competenti e la conseguente comunicazione del ritrovamento del mezzo. Sul sito del progetto, savemybike.eu , è possibile trovare un questionario per i livornesi interessati a sperimentare questo sistema.

Presi i rapinatori "striscianti" per eludere gli allarmi
Padova. Arrestati dai carabinieri di Padova due pericolosi pregiudicati di origini romene, Marius Ionut Ripa, 31enne di Chioggia e Vasile Ilie, 28enne, residente a Legnaro, ricercati per una serie di furti aggravati, commessi all’interno di esercizi pubblici della zona. Avevano messo a punto una consolidata tecnica in grado di eludere spesso i sistemi di allarme dei locali: introdursi disattivando le telesorveglianze e strisciare verso le slot machine.

La promessa del "fantasy" che ama i giochi di ruolo
Pisa. Bambina studiosa e piuttosto solitaria, fin da piccola adorava la favole, quelle che le raccontavano la mamma e le nonne e che, nella sua fantasia, elaborava inventandone lei stessa di nuove. Nata a Pisa e cresciuta a Monteverdi Marittimo Pisa), Gaia Cassarri, 23 anni (li compirà il 24 marzo), figlia unica, iscritta alla facoltà di Discipline dello spettacolo e della comunicazione all'università di Pisa, è una promessa del fantasy, protagonista in diversi concorsi letterari e a marzo darà alle stampe con il metodo del self publishing una raccolta di racconti.

Il collezionista di "anillas" che non fuma sigari
Reggio Emilia. Gli inglesi le chiamano “band”. I collezionisti nordamericani, “ring”. In Spagna sono dette “vitolas”. I cubani le conoscono come “anillas”. La loro paternità è contesa tra l’imperatrice di Russia, Caterina II detta La Grande, vissuta nella metà del 1700, e il commerciante olandese Gustave Bock che nel 1800 li realizzò per promuovere il proprio brand. In realtà le anille, o fasce da sigaro, vennero realizzate proprio ai tempi di Caterina perché, soprattutto nelle donne, i sigari macchiavano le dita.

Visita a domicilio, dottoressa aggredita
Voghera. Si rifiuta di prescrivere delle particolari medicine, e il paziente

la aggredisce: attimi di paura per una dottoressa della guardia medica in visita domiciliare notturna a un paziente vogherese. A quanto sembra dopo la prima ricostruzione dei fatti, la dottoressa ha evitato il peggio solo perchè è riuscita a chiedere l’intervento delle forze dell’ordine.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon