Quotidiani locali

Cronaca italiana, le storie del 23 gennaio 2018

Aperte indagini sul maxiconto ai turisti giapponesi "truffati" a Venezia. Operato a Mantova il ragazzo "farfalla" che ora sogna la laurea. Fanno slalom tra le auto con un rotolo di carta per girare il video virale: la bravata a Conegliano. Il meglio dell'informazione dai quotidiani locali del Gruppo Gedi

Riccardo, il "ragazzo farfalla", ha vinto la sfida e ora pensa all’università
Mantova. Riccardo pensa già all’università. Al primo appello d’esame di Letteratura Italiana non si è potuto iscrivere: era in ospedale in attesa dell’intervento. «Ma al secondo, quello fissato per fine febbraio – confessa – ci sarò». Riccardo Visioli sta bene e probabilmente nel giro di una settimana sarà dimesso dall’ospedale.

Gli stipendi dei medici, ecco quanto rende la libera professione
Udine. Quasi due dirigenti medici su tre dell’Azienda sanitaria universitaria integrata udinese e dell’Aas 5 “Friuli occidentale” percepiscono compensi dalla libera professione. Guadagni che, alle volte, raggiungono cifre molto elevate (anche 200 mila euro lordi annui) e superiori agli stipendi ottenuti nel ruolo da dipendenti pubblici.

Il maxi faro di Marghera che inquina il cielo veneto
Mestre. Un appello al sindaco Luigi Brugnaro, per spegnere il faro Ramses II è arrivato anche dal presidente dell'Unione Astrofili Italiani. Una lettera indirizzata direttamente al primo cittadino, nella quale si spiegano le motivazioni per una simile scelta, e conclusa proponendo di devolvere l'equivalente del costo di investimento del mega faro, per noleggio e consumi, alle bollette energetiche di persone bisognose nel Comune di Venezia.

Slalom tra le auto con un maxi rotolo di carta per il video “virale”
Treviso. Hanno sfilato un grosso rotolone di carta sulla Gradinata degli Alpini e poi in mezzo alla strada, prima su corso Vittorio Emanuele e quindi lungo tutto viale Carducci, facendo un pericoloso slalom tra le auto in corsa, con gli automobilisti sorpresi e sbigottiti per quanto stava accadendo sotto i loro occhi. La nuova “sfida del brivido”, effettuata mettendo a rischio non solo la propria incolumità ma anche quella altrui, per poi filmarsi e diffondere il video attraverso i social network, arriva dal centro Conegliano.

Al pronto soccorso apre l'ambulatorio di pediatria
Livorno. Non sarà un vero e proprio pronto soccorso pediatrico come quello di Vizzoni - e come c'è al Meyer o anche a Viareggio a Pisa e a Grosseto -, ma un angolo di pediatria all'interno del pronto soccorso ordinario. Dove i bambini possano trovare, accanto all'assistenza degli specialisti della medicina di urgenza, anche la consulenza continua di un pediatra.Il progetto, messo in piedi dal direttore dell'ospedale Luca Carneglia e dai primari del pronto soccorso e di pediatria Alessio Bertini e Fabrizio Gadducci sulla base di una delibera regionale, si trova in una fase avanzata e potrebbe veder la luce nelle prossime settimane, già prima di primavera.

Mattia Meloni: "Il calcio e la mia Africa"
Venezia. Dai terreni di gioco di Noale, Loreggia e Campetra, alle radure africane dell’Etiopia e della Tanzania. Mattia Meloni, salese, classe 1985, esperto giocatore ora in forza all’Unione Graticolato non sogna solo le reti decisive per la squadra, ma i tramonti del Continente Nero e i sorrisi dei bambini che da cinque anni ogni estate va ad aiutare nei villaggi in Africa.

Ritrovano l'auto rubata e l'avvertono 4 anni dopo: per riaverla dovrà pagare 20mila euro
Massa Carrara.  Il 9 settembre del 2013 le rubarono l’auto sotto casa, tra La Serra ed Artimino. «La cosa paradossale è che la mia auto si trova lì dal 14 novembre del 2013» dice la donna.«Adesso dovrei andarla a riprendere a Firenze, nel deposito sotto il ponte dell’Indiano. Mi hanno detto che dovrei pagare circa 20.000 euro per i cinque anni di parcheggio. Mi sono consultato con l’avvocato e mi ha detto di non pagare neanche un centesimo».

«Racconto l'amore per il mio Paese»
Reggio Emilia. Ligabue sale sul palco del cinema Adriano con un sorriso un po' tirato. Fatta eccezione per la proiezione di Correggio, riservata alla troupe, è la prima volta che qualcuno vede il film, il suo film. Che racconta i suoi posti, il suo dolore, la sua rabbia anche. E soprattutto la sua vita, quella reale e quella che avrebbe potuto essere, se, invece di salire su un palco "urlando contro il cielo", avesse continuato a lavorare come i suoi amici, come operaio. Come Riko. Accanto a lui Stefano Accorsi e Kasia Smutniak, bellissimi e sorridenti.

La “città” antifascista ha già 10mila abitanti
Stazzema. Leonardo Pieraccioni adesso è un cittadino antifascista. Nel senso che è un abitante del comune antifascista. E anche il ministro Luca Lotti, il regista Carlo Lucarelli, lo scrittore Loriano Macchiavelli, il deputato Paolo Fontanelli, il senatore Vannino Chiti e altre migliaia di persone da tutta Italia. Tutti diventati cittadini nell’arco di nemmeno un mese di un comune senza strade e confini, dove per registrarsi non servono contratti di affitto o codici postali, ma solo la sottoscrizione di una carta: quella dell’antifascismo.

Due indagini sul maxiconto ai turisti
Venezia. Le quattro bistecche della truffa da oltre mille euro agli studenti giapponesi , ieri sono finite anche sulla Bbc. Biglietto da visita per il prossimo Carnevale. La città corre ai ripari per fare chiarezza. O meglio dopo la denuncia pubblica da parte del Gruppo 25 Aprile ora arrivano

le indagini della polizia locale e della Guardia di Finanza. E il sindaco in questo caso non si è sbilanciato nella difesa del ristoratore come in occasione della denuncia, alcuni mesi fa, fatta da tre inglesi che si beccarono un offensivo "pezzenti" dal primo cittadino.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon