Menu

Omaggio alla stella d'Oriente

Note egiziane con Sakina e Ouassini nel segno di Oum Kalthoum

 MODENA. A Oum Kalthoum, la leggendaria cantante egiziana nota come "L'Astre de l'Orient", è dedicato il concerto dell'Altro Suono Festival 2011, in programma stasera, alle 21, al Teatro Comunale "Luciano Pavarotti". Si tratta di un nuovo progetto diretto da Jamal Ouassini, interpretato da Sakina Al Azami con l'Ensemble Jamal Ouassini e prodotto da Ziryab. Verrá presentato un originale repertorio, con arrangiamenti che attingono dalle opere più significative scritte appositamente per Oum Kalthoum dai più importanti compositori e poeti arabi del Novecento. In occasione del concerto si terrá, alle 19, alla biblioteca Delfini, un incontro dedicato alla stella d'Oriente, nel quale Francesca Biancani presenterá il suo ultimo libro dedicato alla cantante egiziana: "Umm Kulthùm, La voce degli arabi" (Odoya, 2010). Interverranno, oltre all'autrice, Marcella Emiliani, e Giordano Montecchi, musicologo, critico musicale e docente al Conservatorio di Parma. L'ingresso è libero.  Oum Kalthoum, detta kawkab a' sciark (stella d'Oriente), è uno dei personaggi femminili che più rappresenta la vocalitá araba nel mondo. Dotata di un talento eccezionale, alla fine degli anni '40 diventa il simbolo della canzone araba. Tra il '50 e il '60, gli anni del trionfo venne soprannominata Ambasciatrice dell'arte araba, accolta con cerimoniali degni dei capi di stato. All'inizio degli anni '70 con i primi problemi di salute, si registró un rallentamento dell'attivitá artistica, fino a un malore che nel 1975 la portó alla morte.  Sakina Al Azami è tra le più raffinate voci femminili del Marocco, vincitrice di importanti premi a livello nazionale grazie all'originalitá con la quale interpreta le musiche della tradizione arabo-andalusa, sefardita e delle scuole orientali. Vanta una ricca carriera concertistica in Marocco e in Europa, ed è apprezzata
in modo particolare per le sue interpretazioni del repertorio di Oum Kalthoum. La sua voce sará accompagnata da Jamal Ouassini (direzione e violino), Mohammed el Mortaji (violino), Abdesselam Naiti (kanoun), Bouchaib Amer (flauto e kawala), Youssef Mezgheldi (liuto) e Tarek Awad Alla (percussioni).

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro