Quotidiani locali

Che bella festa al Bonviparken/La lettera di Guccini

 A Modena l’area del parco Amendola dedicata al papà di Sturmtruppen e Nick Carter, per  l'occasione una festa con tanti fumettisti ed amici del geniale disegnatore, a cominciare dal cantautore

Grande festa oggi pomeriggio al Bonviparken, il nuovo parco cittadino intitolato al celebre fumettista - e non solo - modenese ideatore delle Sturmstruppen, di Nick Carter e di tanti altri epici personaggi. per ricordarlo in questa che è stata un pomeriggio di divertimento - nonostante il gran caldo - sono arrivati francesco Guccini, Guido De Maria, Sergio Staino, la figlia e il figlio del fumettista, lo scrittore Valerio Manfredi.

Il parco è basato su otto sagome in alluminio recano le immagini dei personaggi principali, selezionati tra i tanti che Bonvi ha creato nella sua pur breve vita (è morto a soli 54 anni).

Sono collocate in permanenza nel Parco Amendola Nord e si potranno ammirare d'ora in poi passeggiando nel verde.

Sturmtruppen, Galeazzo Musolesi, Marzolino Tarantola, Cronache del Dopobomba, Storie della spazio profondo, Nik Carter: ecco le “creature” che hanno accompagnato, per decenni, i sogni di avventura di tanti lettori delle strisce di Bonvi. Figurano (progetto architettonico di Sofia Bonvicini, figlia del maestro, e quello grafico di Chiaroscuro di Bologna) in pellicole speciali antigraffito su strutture in alluminio, con pannelli esplicativi, nel parco tra viale Amendola e via Sassi, strade segnate dalla presenza di due totem in alluminio e plexiglas con il ritratto di Bonvi e alcuni cenni della sua biografia.

E la festa inizierà oggi alle 16, quando soci e simpatizzanti di ComiXcomunity realizzeranno un grande pannello a spicchi (fumetto al trancio) con vignette e disegni per ricordare Bonvi. Vi partecipano, con i ragazzi, anche autori di primo piano, come Bonfa, Cavazzano, Clod, Casty, Giardino, Guccini, Soffritti, Castelli, Gomboli.

E i tranci saranno venduti per finanziare l'associazione che vuole diffondere e mantenere viva la cultura del fumetto, una cultura che ha trovato in Modena una delle sue capitali. In vendita pure pubblicazioni di Bonvi e della "scuola modenese" che renderanno felici soprattutto i collezionisti che avranno occasione di poter acquistare veri e propri cimeli del genere.

Soddisfatto  l'assessore Roberto Alperoli, ideatore e promotore di questo evento. «È importante per una città - dice il responsabile della cultura - una identità ricca e articolata. E Modena non è solo la città dei motori e del bel canto, ma anche del romanico, del beat e del fumetto che ha avuto negli anni Sessanta e Settanta una dimensione di assoluto rilievo nazionale. Tutti elementi di grande ricchezza. Più identità ci sono e più la città (è anche luogo della fotografia) diventa stimolante. Dal cinema di animazione di Paul Campani a Comix Modena ha vissuto una straordinaria stagione del fumetto. E Bonvi merita questo museo all'aperto che dà al fumetto dignità culturale e civile e godrà di tante iniziative fumettistiche, in futuro, durante l'estate. Se a Parigi un luogo porta il nome di Hugo Pratt, a Modena Bonvi può meritare un parco».

E non si può rinunciare all'”aperitifo da kampen” (in perfetto stile Sturmtruppen) con panini, salsicce e bevande. Vista la presenza di nomi eccellenti, come  Guccini, Guido De Maria, Valerio Massimo Manfredi,  Sergio Staino, Gianfranco Governi, sarà l'occasione alle 20.30 per un talk show condotto dal giornalista Daniele Soragni, all'arena del parco (in caso di maltempo alla Polisportiva San Faustino, in via Wiligelmo 72).

De Maria, cui è affidata la regia dello spettacolo, ricorderà l'amico fraterno, il collega, il compagno di scuola

e di avventure d'arte e di vita. Dello stesso De Maria, patriarca dei “fumetti in TV”, è il film “Bonvi, una vita inventata" proiettato prima della conclusione della serata che vedrà la performance dal vivo di Freak Antoni nell'interpretazione delle strisce più famose di Sturmtruppen.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista