Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Elezioni a Castelnuovo, Serra e Novi: i nuovi sindaci sono Carlo Bruzzi, Sabina Fornari e Luisa Turci

Nettissima vittoria per i candidati del centrosinistra a Castelnuovo e Novi; a Serramazzoni la Fornari si è aggiudicata la carica di primo cittadino per soli 17 voti di scarto su Rubbiani, sostenuto dal Pd

ORE 22.30. Sono state conteggiare le preferenze anche a Serramazzoni e il consiglio comunale, stando ai dati forniti dall'ufficio elettorale del Comune, dovrebbe essere così composto. Per la maggioranza dovrebbero entrare Giorgio Bagnoli, Wiliam Bertolotti, Gian Paolo Casolari, Serena Fabiano, Fabio Gorrieri, Mario Pradelli e Giampaolo Toni. All’opposizione siederanno tre consiglieri. Per la lista di Rubbiani, entreranno lo stesso Roberto Rubbiani e Andrea Convenuti, mentre il terzo sarà Cla ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ORE 22.30. Sono state conteggiare le preferenze anche a Serramazzoni e il consiglio comunale, stando ai dati forniti dall'ufficio elettorale del Comune, dovrebbe essere così composto. Per la maggioranza dovrebbero entrare Giorgio Bagnoli, Wiliam Bertolotti, Gian Paolo Casolari, Serena Fabiano, Fabio Gorrieri, Mario Pradelli e Giampaolo Toni. All’opposizione siederanno tre consiglieri. Per la lista di Rubbiani, entreranno lo stesso Roberto Rubbiani e Andrea Convenuti, mentre il terzo sarà Claudio Bartolacelli, ex sindaco e candidato di Libera Serra.

 

ORE 22.07. Enrico Aimi coordinatore provinciale PDL commenta i risultati alettorali: "La serietà ci impone di essere sinceri, un atto a volte raro in politica, ma se si vuole ripartire non si può fare finta di nulla: il PdL, anche nel modenese, esce sconfitto da questa tornata elettorale amministrativa; è pertanto necessario comprendere le ragioni che hanno portato l’elettorato di centrodestra nell’area del non voto e della protesta. Anche qui abbiamo pagato il prezzo dell’appoggio al governo dei sacrifici, in un momento di gravi difficoltà economiche, affrontate con politiche punitive proprio verso il nostro blocco sociale. Le alleanze anomale hanno fatto il resto. Il risultato negativo non interrompe però il percorso politico del partito. Ai candidati, ai
militanti e agli elettori che hanno sostenuto le liste civiche vicine al centrodestra vanno i sensi della nostra più profonda gratitudine".

 

ORE 20.50. A Serramazzoni non è ancora terminato il conteggio delle preferenze, da cui dipende la composizione del consiglio comunale che sarà composto da dieci consiglieri

 

ORE 20.48. Il segretario del Pd Davide Baruffi: "Grande soddisfazione per un risultato alle amministrative non scontato: a Castelnuovo Carlo Bruzzi stravince; a Novi Luisa Turci si impone nonostante la frammentazione del quadro politico; a Serramazzoni Rubbiani sfiora l’obiettivo per soli 17 voti. Al tempo stesso si registra il crollo di Pdl e Lega e il fiorire di liste civiche che raccolgono il malessere diffuso".

 

ORE 19.52. Sabina Fornari è la prima donna a ricoprire la carica di sindaco a Serramazzoni. Ha ottenuto il consenso di 1278 elettori, il 29,73 % percento dei votanti. Ha stretto la mano al candidato Roberto Rubbiani e ha detto: “E’ un risultato che ci rende tutti molto felici. In queste settimane ci siamo confrontati quotidianamente con i cittadini, presentato il nostro programma, raccolto le loro istanze. Il risultato ce lo siamo guadagnati tutti, io e i candidati della mia lista e l’abbiamo ottenuto solo grazie al favore della gente, senza il supporto di nessun altro. Per questo sarò il sindaco di Serramazzoni, tutta, e lavorerò, con il sostegno della mia squadra, con la passione che mi ha sempre contraddistinto.Oggi è una giornata di festa e già da domani ci impegneremo tutti al meglio. C'è bisogno di riavvicinare i cittadini alle istituzioni, l'affluenza in calo lo dimostra, soprattutto dopo una campagna elettorale dura che ha rischiato di allontanare le persone dall'interesse per la politica del proprio paese. L'auspicio è che con tutte le forze che hanno partecipato alla corsa elettorale si possa collaborare con spirito costruttivo per il bene lo sviluppo di Serramazzoni"

 

ORE 19.50. Appena eletto sindaco a Castelnuovo, Carlo Bruzzi ha speso le sue prime parole pubbliche in memoria dell’ex sindaco Reggiani: «Una parte di merito per l’ottimo risultato elettorale conseguito è indiscutibilmente riconducibile all’operato dell’ex sindaco di Castelnuovo Rangone Maria Laura Reggiani, che, pur se in un arco di tempo breve, è riuscita, prima della sua prematura scomparsa, a godere di considerevoli consensi presso l’elettorato, guadagnando credibilità e fiducia per conto della cittadinanza. Per questo motivo, una porzione consistente del mio progetto elettorale si è svolta all’insegna della continuità formale e contenutistica con ciò che l’ex sindaco Reggiani ha tracciato, nel tentativo dichiarato di rinnovare la sua più alta conquista: il rafforzamento del rapporto fra istituzioni e cittadini, unico rimedio all’astensionismo elettorale, nonché strumento e garanzia di buon governo»

 

ORE 19.30. A Castelnuovo ecco il consiglio comunale. Per la maggioranza entrano: Massimiliano Meschiari (252 preferenze), Benedetta Brighenti (217), Francesca Cassanelli (157), Marco Ranuzzini (100), Nicola Ferrarini (97), Francesca Malagoli (94), Francesco Cavani (91), Sofia Baldazzini (82), Carmine Ventre (77), Massimo Tomasselli (68), Valler Govoni (62). Per il centrodestra entrano Isa Seidenari, Luca Forghieri (137), Sergio Ferrarini (64). Per Rifondazione entra Claudio Botti e per la Lega Giancarlo Cini.

ore 19.10. Grande affermazione del centrosinistra a Castelnuovo: il candidato sindaco della lista “Centro-sinistra per Castelnuovo e Montale” Carlo Bruzzi si è aggiudicato il  65,7% dei consensi. La lista aveva il sostegno di Pd, Idv, Sel, Psi e Pdci. Il vistoso calo dell’affluenza che si è attestato attorno al 20% rispetto all’ultima tornata elettorale pare avere penalizzato soprattutto i candidati del centrodestra sa sia lievitato, è riuscito a capitalizzare una percentuale maggiore di consensi che si attesta attorno all’11%. “Ringrazio i cittadini di Castelnuovo per la fiducia che hanno voluto esprimere nei miei confronti e nei confronti del centro-sinistra. – sono le prime parole espresse dal nuovo sindaco Carlo Bruzzi – Ora il lavoro da fare è quello che servirà a questa comunità per salvaguardare e consolidare i livelli di benessere raggiunti: da una parte, quindi, grande attenzione al sociale e dall’altra il rilancio dell’economia”.

 

ORE 19.08. A Novi La lista di centro-sinistra “Con Novi” si è attestata oltre al 41% dei consensi. Grande soddisfazione di Luisa Turci e del Pd: “Questo risultato – ha dichiarato il confermato sindaco Turci – credo di poter dire, premia il buon governo di questi cinque anni. Da questo turno elettorale sono uscite sconfitte le forze del centro destra che, anche in campagna elettorale, hanno scelto di cavalcare la rabbia e l’odio sociale. Ora ci torneremo a cimentare con i problemi veri dei cittadini e delle imprese in questo difficile momento economico e sociale: siamo, naturalmente, disposti a collaborare con tutte le forze del centro sinistra che si riconoscono nella possibilità concreta di realizzare le nostre proposte fondate su valori fondamentali come la solidarietà, l’equità e l’integrazione. Intanto,  un sentito ringraziamento va ai candidati del centro-sinistra e a coloro che ha hanno voluto rinnovare la fiducia nella mia persona, nel mio operato, nella coalizione. Con il loro sostegno lavoreremo al meglio per questa comunità. Tutti insieme ci impegneremo per il futuro di Novi, Sant’Antonio e Rovereto”.

 

ORE 18.50. A Novi il consiglio comunale sarà così formato: per la maggioranza siederanno Andrea Argenton (26 preferenze), Maura Bulgarelli (56), Elena Cogato (29), Sauro Benzi (41), Alessandro Cesari (26), Giulia Olivetti (103), Marina Rossi (45), Italo Malagola (86), Pamela Traldi (27), Gianni Palermo (39), Dario Zenoni (57). Cinque i seggi che vanno all'opposizione, così suddivisi: due per Uniti per Novi che saranno coperti da Roberto Guerra (candidato a sindaco che ha avuto 775 voti) e Andrea Ferraresi (45 preferenze); due consiglieri vanno a Progetto Comune e saranno Mauro Fabbri (1082) e Marco Diegoli (58); l'ultimo seggio va a Euro Cattina della Lega Nord (213).

 

ORE 18.40. A Novi i consiglieri di maggioranza della lista di centrosinistra potrebbero essere i seguenti (la conferma si avrà solo quando anche al seggio numero 7 sarà terminato lo spoglio delle schede): Giulia Olivetti, Dario Zenoni, Maura Bulgarelli, Marina Rossi, Italo Malagola, Gianni Palermo, Elena Cogato, Sauro Benzi, Alessandro Cesari, Lorella Gasperi, Andrea Gualdi.

 

ORE 18.40. A Novi per la lista Progetto Comune di Mauro Fabbri entrano in consiglio comunale Mattia Fiorentini (55 preferenze) e Giorgia Grossi (50 preferenze).

ore 18.32. A Serra i voti di scarto con cui ha vinto la Fornari sarebbero solo 17 e non 27 come pareva in precedenza

ore 18.27. Terminato lo spoglio anche nei seggi di San Dalmazio, Serra 2 e Serra 3. A San Dalmazio: Fornari 143 voti, Zanoli 64, Leonelli 67, Carrizo 3, Bartolacelli 75, Rubbiani 94. Serra 2: Fornari 186, Zanoli 76, Leonelli 83, Carrizo 9, Bartolacelli 110, Rubbiani 288. Serra 3: Fornari 206 voti, Zanoli 81, Leonelli 86, Carrizo 5, Bartolacelli 100, Rubbiani 286.

 

ORE 17.58. La Fornari è il nuovo sindaco di Serramazzoni; ha vinto su Rubbiani per uno scarto minimo: 27 i voti di scarto, stanno terminando le verifiche.

 

ORE 17.52. A Novi nel seggio numero 2 nel capoluogo la Turci si conferma in testa con 259 voti, seguita da Fabbri con 164 voti, Guerra 76, Cattini 69, Andreoli 39, Zelocchi 16. La Turci al momento attuale si è già aggiudicata undici consiglieri su sedici totali.

 

ORE 17. 50. A Serramazzoni chiuso lo spoglio nel seggio di Riccò: Fornari 169 voti, Zanoli 82, Leonelli 69, Carrizo 10; Bartolacelli 83, Rubbiani 168. Nel seggio Serra 1: Fornari 200 voti, Zanoli 88, Leonelli 54, Carrizo 3, Bartolacelli 118, Rubbiani 192.

 

ORE 17.45. Ecco i consiglieri di maggioranza a Castelnuovo. Massimiliano Meschiari (che ha ottenuto 252 preferenze), Brighenti (217); Cassanelli (157); Ranuzzini (100); Ferrarini (97); Malagoli (94); Cavani (91); Baldazzini (82); Ventre (77); Tommasselli (68); Govoni (62). Quattro donne siederanno sui banchi della maggioranza.

 

ORE 17.40. Carlo Bruzzi sta festeggiando a Castelnuovo: è il nuovo sindaco di centrosinistra

ORE 17.38. A Serramazzoni concluso lo spoglio a Selva-Pompeano. Ecco i dati definitivi. Fornari 150 voti, Zanoli 51, Leonelli 87, Carrizo 3, Bartolacelli 108, Rubbiani 125. A Varana: Fornari 35 voti, Zanoli 14, Leonelli 32, Carrizo non pervenuto, Bartolacelli 77, Rubbiani 46.

 

ORE 17.36. Nei tre seggi di Serra centro avanti Rubbiani su Fornari di 170 voti a scrutinio ancora in corso.

 

ORE 17.35. A Novi concluso lo spoglio nei due seggi di Rovereto. Al numero 8 la Turci ha ottenuto 215 voti, Fabbri 106, Guerra 102, Cattini 63, Andreoli 19, Zelocchi 4. Al numero 9 la Turci ha ottenuto 184 voti, Fabbri 106, Cattini 65, Guerra con 59, Andreoli con 22, Zelocchi 5 voti. Al seggio numero 3 del casoluogo Turci prende 224 voti, Fabbri 138, Guerra 104, Andreoli 52, Cattini 27, Zelocchi 7.

 

ORE 17.25. L'assessore Sirotti Mattioli e Luca Gozzoli coordinatore Pd del distretto sono arrivati alla sede del Pd di Castelnuovo dove si sta già facendo festa.

ORE 17.19. A Castelnuovo nei seggi 9 e 12 sempre in testa Carlo Bruzzi, tanto che al numero 12 prende il 72% delle preferenze. Aggiornamento attuale: Bruzzi al 64%, Seidenari al 20,5%, testa a testa tra Lega e Rifondazione con il Carroccio a 169 voti e Botti a 170. Nella sede del Pd stanno già preparando il brindisi della vittoria.

 

ORE 17.13. A Novi nel seggio numero 1 nel capoluogo la Turci ha ottenuto 219 voti e si conferma in testa, seguono Fabbri con 121 voti, poi Roberto Guerra con 73, Andreoli con 65 voti, Cattini con 55, a Zelocchi 12 voti.  Nel seggio numero 5: alla Turci 434 voti, Fabbri con 217 voti, a Guerra 150 voti, Andreoli ottiene 106 voti, Cattini 88, Zelocchi 33.

ORE 17.05. A Castelnuovo il candidato del centrosinistra Carlo Bruzzi attende l'esito nella sede del Pd locale. Gli altri invece sono rimasti a casa.

 

ORE 16.58. A Novi alla sede della Lega di fronte al municipio arriva Argio Alboresi, consigliere comunale a Carpi e coordinatore del partito per le Terre d'Argine.

 

ORE 16.57. Terminato lo spoglio delle schede anche nel seggio di San Dalmazio a Serramazzoni. Per Fornari 141 voti, a Rubbiani 94. Discussione aperta su dieci schede.

 

ORE 16.51. A Serra capoluogo nel seggio numero 1: 200 voti alla Fornari, 192 a Rubbiani. Sul seggio 3 invece è avanti Rubbiani.

ORE 16.45. A Serramazzoni chiuso il seggio di Selva e terminato lo scrutinio: 149 voti alla Fornari, 125 a Rubbiani.

 

ORE 16.44. A Novi nel seggio di Sant'Antonio ecco i risultati: Turci in testa con 152 voti, seguita da Roberto Guerra con 90 voti, poi Fabbri con 70 voti, Euro Cattini con 48 voti, Andreoli e Zelocchi pari merito con 17 voti.

 

ORE 16.41. Sabina Fornari a commento dei dati finora giunti dallo spoglio delle schede ha dichiarato: "Diventa decisivo il seggio di Serra centro"

 

ORE 16.39. A Serramazzoni al momento, tra tutte le schede scrutinate, è in testa il candidato Fornari per 119 voti.

ORE 16.36. A Serramazzoni nel seggio di Varana, a spoglio terminato, in testa  Libera Serra con Claudio Bartolacelli (77 voti), Roberto Rubbiani ha preso 46 voti e 36 voti per la Fornari.

 

ORE 16.31. A Castelnuovo il seggio numero 11 Bruzzi prende il 57,4%, la Seidenari sfiora il 26%, tutti gli altri restano al di sotto del 6%. Dopo quattro seggi, Bruzzi con la sua lista di centrosinistra domina con quasi il 63%, seguito dal centrodestra al 22% e la Lega al 6,58%.

 

ORE 16.26. Grande attesa a Novi per lo spoglio nel primo seggio che si avvia alla conclusione a Sant'Antonio, il primo a concludere. La Turci attende l'esito presso la sede del circolo locale del Pd insieme a Alberto Bellelli, assessore a Carpi, e Giovanni Taurasi, presidente del consiglio comunale di Carpi.

 

ORE 16.25. A Castelnuovo concluso lo spoglio delle schede nei primi tre seggi, il 5 e il 7 a Castelnuovo e il 10 a Montale. Bruzzi in testa con il 64,18% (826 voti), Seidenari al 20,9%, la Lega al 6,76%; Rifondazione al 5,98%; Terzo Polo al 2,18%.  Nei seggi 5 e 7 Bruzzi ha raccolto oltre il 70% dei consensi. A Montale esplode la Lega che va al 10% e la Seidenari al 33,4%.

ORE 16.20. A Serramazzoni è testa a testa tra i candidati Sabina Fornari e Roberto Rubbiani. Nel seggio di Riccò si è chiuso con 168 voti per ciascuno, esattamente pari. A San Dalmazio spoglio ancora in corso con Rubbiani avanti di 20 voti, mentre a Montagnana lo spoglio si è concluso con questi risultati: 389 votanri su 639 elettori; 9 bianche; 11 nulle, 189 Fornari; 30 Zanoli; 35 Leonelli; 3 Carrizo; 50 Bartolacelli; 61 Rubbiani

ORE 16.10. Anche a Castelnuovo alle amministrative del 2009 i candidati sindaci erano tre. Il centrodestra schierava Isa Seidenari che prese 2830 voti (35,83%); Claudio Botti correva per Rifondazione e prese 734 voti (9,29%); vinse Maria Laura "Lalla" Reggiani con 4334 voti (54,87%).

 

ORE 16.05. A Novi alle amministrative del 2007 i candidati sindaci erano tre. Bruno Braglia con "Novi onesta" prese 130 voti (2,37%); Federica Boccaletti si candidava per la Casa delle Libertà e prese 1526 voti (27,88%); vinse Luisa Turci con la lista "Unione per Novi" prendendo 3818 voti (69,75%).

 

ORE 15.58. Nel maggio 2007 i candidati a Serramazzoni erano tre. Fausto Leonelli candidato sindaco per "Serra viva" prese 256 voti (5,59%); Tomaso Tagliani candidato per la lista "Per Serramazzoni" prese 1186 voti (25,91%); vinse Luigi Ralenti, candidato sindaco per "Serra insieme" con 3136 voti (68,50%).

 

ORE 15.50. A Castelnuovo in percentuale hanno votato più gli uomini (58,37%) rispetto alle donne (57,31%), mentre numericamente in totale assoluto le donne erano più degli uomini.

 

ORE 15.40. Alla chiusura dei seggi i votanti a Novi sono stati il 59,74% contro il 65,30% delle amministrative precedenti.

 

ORE 15.34. A Serramazzoni ha votato il 71,25% degli aventi diritto. Montagnana il seggio in cui si è votato di meno con il 60,88%, San Dalmazio quello dove si è votato di più con il 76,52%.

ORE 15.30. Crollo di votanti a Castelnuovo: alle urne solo il 57,83% degli aventi diritto con un -20,75% sul 2009. Ricordiamo che a Castelnuovo si era votato nel 2009 ma si è tornati alle urne quest'anno dopo la morte del sindaco.

ORE 15. Urne chiuse: è iniziato lo spoglio dei voti nei tre comuni.

ORE 7. Seggi riaperti. Si vota senza problemi particolari. I partiti si augurano che aumenti l'affluenza.

ORE 22. Crollo verticale degli elettori di Castelnuovo che si attesta al 45% contro il 65.27% del 2009.

Solo Serramazzoni sfonda quota 50%, arrivando al 54.62% ma in calo rispetto all'ultima tornata quando, alle 22, avevano votato il 58.74% degli aventi diritto.

A Novi, invece, situazione di sostanziale equilibrio. Dal 46.44% si è scesi al 43.81%

 

ORE 19. Affluenza interessante alle urne nell'ultimo rilevamento delle 19. A Serramazzoni si è toccato quota 44.72% contro il 46.76% delle ultime amministrative.

A Castelnuovo, dopo una mattinata a rilento, c'è stata un'accelerazione decisa con l'affluenza salita al 37.09% a dispetto del 41.88% del 2010.

A Novi, infine, ha votato il 33.58% degli aventi diritto, migliorando la performance dell'ultima tornata quando si erano recati alle urne il 32.84%.

 

Al voto, oggi 6 maggio e domani  lunedì 7 maggio, 18 Comuni emiliano-romagnoli (di cui i capoluoghi di provincia Parma e Piacenza). Gli elettori chiamati alle urne sono quasi 329 mila, poco meno del 10% dell’intero corpo elettorale dell’Emilia-Romagna.

I seggi sono aperti domenica 6 maggio, dalle 8 alle 22, e lunedì 7 maggio, dalle 7 alle 15: la scheda è di coloro azzurro. Le operazioni di scrutinio inizieranno lunedì 7 maggio, subito dopo la chiusura delle votazioni e l’accertamento del numero dei votanti. Un eventuale turno di ballottaggio si terrà domenica 20 e lunedì 21 maggio.

Gli elettori, per poter esercitare il diritto di voto debbono esibire, oltre ad un documento di riconoscimento, la tessera elettorale personale. Chi avesse smarrito la propria tessera personale, potrà chiederne il duplicato agli uffici comunali che saranno aperti domenica 6 e lunedì 7 maggio, giorni della votazione, per tutta la durata delle operazioni di voto.

DOVE SI VOTA IN EMILIA-ROMAGNA Quattro Comuni - Parma, Piacenza, Comacchio (Fe) e Budrio (Bo) - hanno una popolazione superiore ai 15 mila abitanti (potrebbero accedere al turno di ballottaggio) e 14 Comuni con popolazione inferiore ai 15 mila abitanti.

Sono 5 i Comuni alle urne nella provincia di Piacenza (Bettola, Carpaneto Piacentino, Monticelli d’Ongina, Piacenza e Villanova sull’’Arda), 3 in provincia di Forlì-Cesena (Castrocaro Terme – Terre del Sole, Dovadola e Longiano), 3 in provincia di Modena (Castelnuovo Rangone, Novi e Serramazzoni), 2 nella provincia bolognese (Budrio e Porretta Terme). A questi si aggiungono i Comuni di: Comacchio (provincia di Ferrara), Parma, Riolo Terme (provincia di Ravenna), Campegine (provincia di Reggio Emilia) e Coriano (provincia di Rimini).