Quotidiani locali

Marina Rossi completa la nuova giunta Turci

Novi. La 23enne si occuperà di scuola e cultura. Malagola resta vice-sindaco Olivetti al bilancio, Zenoni e Palermo al sociale. Domani il primo consiglio

NOVI. Il sindaco Luisa Turci ha deciso: la scelta per l’ultimo posto disponibile in giunta è caduta su Marina Rossi e così il neo primo cittadino riconfermato ha definito la squadra che l’affiancherà nel governare il paese per i prossimi cinque anni. La presentazione ufficiale della nuova giunta avverrà domani, alle 14.30, in municipio quando si terrà il primo consiglio comunale della nuova legislatura.

Cinque assessori, quindi, due donne e tre uomini che, se considerato il sindaco, garantiscono a Novi il completo equilibrio tra maschi e quote rosa. Rispetto alla precedente giunta sono soltanto due le conferme, quelle di Italo Malagola e Giulia Olivetti che, però, si guadagna sul campo una sonora promozione per ciò che riguarda le deleghe. Dalla cultura e le politiche giovanili, la 27enne, infatti, si vede affidare bilancio, tributi, personale e polizia municipale. Malagola, invece, pur restando vice-sindaco, lascia le politiche sociali per diventare il referente di lavori pubblici, ambiente, semplificazione amministrativa e promozione sportiva.

Tutti under 30 i restanti tre assessori che si approcciano per la prima volta alla politica rappresentativa per di più con deleghe di qualità. Dario Zenoni, 30 anni, segretario del circolo Pd di Novi, dovrà gestire politiche sociali e politiche giovanili. Non certo un compito facile per un paese dove gli extracomunitari crescono e l’integrazione va sostenuta dal basso. Zenoni, quindi, lavorerà a stretto contatto con il 28enne, coordinatore cittadino di Sel, Gianni Palermo - unico assessore non del Pd in giunta - a cui la Turci ha affidato le politiche per la coesione sociale, l’integrazione, la partecipazione e anche il progetto “Ri-cominciamo dai bambini”, percorso di integrazione rivolto ai ragazzi delle scuole dell’obbligo e figli di seconda generazione.

Marina Rossi, 23 anni, dovrà invece dividersi tra l’università (studia scienze politiche a Bologna) e il municipio dove sarà la delegata alle politiche educative e scolastiche oltre alla cultura.

Ma il sindaco Turci terrà per sé argomenti importanti: sarà lei, in prima persona, ad occuparsi di Cispadana attraverso la delega alle infrastrutture e al territorio, così come dovrà affrontare le opportunità imprenditoriali e la crescita del paese in veste di responsabile di economia, lavoro e pari opportunità.

«Esprimo soddisfazione per la composizione della mia giunta - ammette il sindaco - abbiamo onorato l’impegno che ci eravamo assunti in campagna elettorale di investire sul capitale umano e sul futuro con i giovani. Una giunta che esprime novità, una dose necessaria di esperienza, parità di genere, rappresentanza territoriale all’interno del Comune, la competenza e la passione indispensabili per lavorare responsabilmente con i cittadini e per la comunità».(f.d.)

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Gazzetta di Modena
e ascolta la musica con Deezer.3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

^M