Menu

Vai alla pagina su Terremoto in Emilia

«Abbiamo perso tutto. Ora dove andremo?»

Tante le famiglie scappate dai crolli senza riuscire a prendere nulla: «Non vogliamo vivere di carità»

«E ora cosa faremo? Dove andremo? Non abbiamo più niente, nemmeno le scarpe o i vestiti da mettere. La nostra casa è crollata, non possiamo rientrarci, ce lo impediscono. Non posso pensare che stia capitando proprio a noi, a me e alla mia bambina». Maryna Kalesny piange, seduta sulla brandina, sotto la tenda del campo mobile nel cortile della piscina, il primo punto che ieri è stato attrezzato per accogliere gli sfollati. Alla figlioletta i volontari hanno dato un paio di scarpe troppo grandi per i suoi piedini, ma almeno riesce a tenerli caldi, al riparo dalla pioggia. Nella sua stessa situazione si trova la famiglia di Alfonso Doglia; abitavano in via Pica, in centro, nelle case del Comune. I travetti del soffitto hanno ceduto, ora sono fuori, non possono rientrare, è troppo pericoloso. «Siamo in sette in famiglia, con due bambini piccoli. Di che potremo vivere? Tutto quello che avevamo è rimasto sotto i detriti che sono venuti giù. Dovremo rassegnarci a vivere di carità? Per ora non possiamo fare altro che restare al campo, speriamo soltanto che possano garantirci almeno il cibo e qualche indumento caldo». Anche Antonietta Angelino ha trovato rifugio al campo di primo soccorso. Lei un altro terremoto sconvolgente lo ha vissuto da bambina, a Napoli, nel 1980: «Quella ferita me la porto dentro ancora oggi - dice - e purtroppo ora anche i miei figli hanno dovuto vivere questa situazione. Io ho paura, non voglio tornare a casa. Chi mi assicura che non ci cada addosso?». Sonia

Pedrazzi è al campo con i due figli, il maschietto indossa ancora il pigiama: «Siamo usciti così com’eravamo e ora per chissà quanti giorni non potremo ritornare a casa nostra. Cose simili si pensa possano accadere solo nei film; ora sono il nostro incubo».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro