Menu

Vai alla pagina su Terremoto in Emilia

Milo e Stefania, primi sposi del dopo sisma

Niente rinvii, l’amore non può aspettare. Così ieri pomeriggio nel municipio di Concordia, appena spostati i mattoni caduti nel salone del consiglio e scopati alla buona i calcinacci, il matrimonio...

Niente rinvii, l’amore non può aspettare. Così ieri pomeriggio nel municipio di Concordia, appena spostati i mattoni caduti nel salone del consiglio e scopati alla buona i calcinacci, il matrimonio previsto per le 17 si è tenuto ugualmente, ma all’ingresso dell’edificio. Milo Setti e Stefania Yang si sono detti sì davanti agli invitati, ai genitori commossi e ai responsabili del Comune di Concordia, anche loro con gli occhi lucidi. Nonostante le scosse della notte nessuno degli sposi ha pensato per un attimo a spostare la data delle nozze. Lui, 25 anni, ha conosciuto otto anni fa sui banchi del liceo classico Pico quella ragazza così dolce. Lei, origini cinesi ma da sempre cresciuta nella Bassa, non ha fatto fatica a farsi accettare dai futuri suoceri. Alla fine la decisione è stata presa di comune accordo,

in un paese dove anche gli annunci delle vendite di case nelle agenzie immobiliari sono bilingui, con gli ideogrammi del celeste impero che campeggiano a fianco delle proposte di vendita in italiano. Una festa grande ha così messo da parte la tristezza e la paura del terremoto. (s.c.)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro