Menu

Vai alla pagina su Terremoto in Emilia

Agricoltori, stop all’Imu

È la richiesta delle associazioni. Colpiti strutture e prodotti

Decine di casolari distrutti e moltissimi seriamente danneggiati, oltre a migliaia di forme di Parmigiano cadute a terra dalle scalere dei magazzini di stagionatura sono fra le conseguenze del terremoto. Prematuro fare una stima dei danni di stalle, ricoveri attrezzi e abitazioni, oltre alla perdita di prodotti ad alto valore aggiunto come l’Aceto balsamico che è fuoriuscito dalle botti. Irrimediabilmente perduti tanti mezzi agricoli sepolti sotto le macerie nonché prodotti agricoli pronti. Nell’area colpita operano numerose cantine vinicole specializzate nella produzione di lambrusco, anch’esse danneggiate. In alcuni allevamenti sono stati segnalati animali sepolti sotto le macerie. Da un sopralluogo svolto dal direttore della Cia di Modena, Gianni Razzano, risulta che in due stabilimenti di stagionatura dell’Albalat (Modena) e la Cappelletta del Duca (San Possidonio), siano andate perdute complessivamente 130 mila forme, per un valore di oltre 40 milioni di euro. «Oltre il danno la beffa – dice Cristiano Fini, presidente della Cia modenese – perché gli agricoltori dovranno pagare l’Imu su immobili danneggiati e sui quali dovranno sostenere costi elevati per riportarli in sicurezza. Chiediamo che il governo provveda con un’ordinanza, già in occasione del Consiglio dei ministri in agenda, di congelare le imposte , compresa l’Imu, sugli immobili colpiti dal terremoto». Coldiretti ha costituito un comitato di crisi per fronteggiare le emergenze delle imprese agricole danneggiate: avrà sede operativa a Mirandola, fungendo da collegamento tra imprenditori e agenzie preposte agli interventi di soccorso. Sono impegnati in un monitoraggio capillare delle aziende agricole, anche i funzionari di Confagricoltura Modena. «In questo momento – dice Eugenia Bergamaschi,

presidente Confagricoltura – dalle prime stime si evidenziano danni molto ingenti a strutture rurali anche abitative mentre le strutture zootecniche hanno sì registrato danneggiamenti ma senza la presenza, al momento, di decessi di capi di bestiame se non in casi sporadici». (f.b.)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro