Menu

castello di montecuccolo

Storie dell’Appennino modenese con “La figlia del capitano”

PAVULLO. Alle 20 di oggi al castello di Montecuccolo, va in scena la prima dello spettacolo teatrale “Il figlio del capitano”. Ambientata nel Seicento la rappresentazione è prodotta nell'ambito del...

PAVULLO. Alle 20 di oggi al castello di Montecuccolo, va in scena la prima dello spettacolo teatrale “Il figlio del capitano”. Ambientata nel Seicento la rappresentazione è prodotta nell'ambito del progetto di teatro, musica e danza della Comunità montana del Frignano. La storia dell'Appennino modenese, i suoi protagonisti, i borghi e i paesaggi più suggestivi vanno in scena stasera. Venerdì 1 giugno si era svolta la prova generale a cui si poteva assistere il pubblico. Lo spettacolo rientra nella rassegna “Sulle tracce dei Montecuccoli. Eventi, storie e memorie”, progetto che il Gal Antico Frignano e Appennino reggiano ha avviato nel 2011 per promuovere la conoscenza della storia e delle tradizioni legate al territorio e alla nobile famiglia di feudatari - il cui rappresentante più illustre è il generale Raimondo Montecuccoli - che nei secoli ha lasciato numerose tracce del suo dominio nel Frignano, testimoniate da palazzi, castelli, torri e memorie di imprese militari. Le rappresentazioni itineranti vengono messe in scena nei luoghi storici dell'Appennino da attori giovani, professionisti e non, in parte del territorio, e mirano a coinvolgere direttamente il pubblico. Tratto dal romanzo storico dello studioso Antonio Saltini, “Il figlio del capitano” è ambientato nel Seicento tra l'Appennino modenese e la Transilvania. Un figlio è alla ricerca del padre, capitano al servizio del generale Montecuccoli, prigioniero dei turchi. La trama intreccia avvenimenti storici con storie d'osteria, di pellegrini, ladri e mercenari, battaglie e incontri con conti e contesse, gesuiti e cappuccini, truffatori e cavalieri, mentre vanno in scena battute di caccia, amori e momenti di vita quotidiana del tempo. «Quando ho scritto il libro - spiega Saltini - pensavo ad un adattamento teatrale molto semplice, con tre o quattro voci recitanti; mai pensavo ad un vero e proprio spettacolo con attori, musicisti e danzatori. La riduzione teatrale realizzata dal regista Contartese è davvero efficace ed originale ed è partita da un profondo e accurato studio del mio testo». Le repliche de “Il figlio del capitano” sono in programma domenica 15 luglio alle 20 alla Torre di Montecenere di Lama Mocogno e domenica 26 agosto alle 18 alla Rocca di Montefiorino. Ulteriori spettacoli

saranno programmati in altri comuni. In occasione degli spettacoli, la rassegna offre anche pacchetti turistici di tre giorni, sia individuali che per gruppi organizzati, che comprendono sistemazione, ingresso allo spettacolo, visite e pasti con menù tipici.

Nicola Calicchio

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro