Menu

NUOVI IMPIANTI

Hera: «Elettricità Rete più efficiente»

Aumenta la qualità del servizio elettrico per la montagna modenese. Lo sviluppo tecnologico messo in campo da Hera per ridurre i disagi causati dai guasti elettrici molto frequenti in Appennino,...

Aumenta la qualità del servizio elettrico per la montagna modenese. Lo sviluppo tecnologico messo in campo da Hera per ridurre i disagi causati dai guasti elettrici molto frequenti in Appennino, consentirà una maggior efficienza della rete.

Tutto ciò è reso possibile grazie all'utilizzo delle bobine di Petersen, due nuove apparecchiature installate nella cabina primaria di distribuzione a Pavullo che permettono di ridurre le microinterruzioni di energia elettrica nella rete di media tensione, a 15.000 Volt, limitando i guasti temporanei alla rete dovuti a pioggia e il forte vento, oppure ad altri eventi accidentali come la caduta di rami o piante sulle linee aeree.

Il miglioramento interessa Pavullo e i comuni limitrofi alimentati dallo stesso impianto (in particolare Lama Mocogno, Polinago e Marano sul Panaro). L'impiego delle bobine di Petersen consente, inoltre, di portare al minimo le sollecitazioni all'impianto principale, in questo caso la cabina primaria di Pavullo, preservandone più a lungo la qualità e prevenendo i guasti.

L'installazione rientra nel programma di miglioramento del servizio anche nel territorio della montagna modenese e rappresenta un investimento importante, che ammonta a circa 300.000 euro.

L'intervento segue il completo rinnovo del trasformatore da alta a media tensione, entrato in esercizio nella stessa cabina primaria di Pavullo nel 2009. Ma la progettualità di Hera verso un utilizzo sempre più spinto della tecnologia, non si ferma qui.

«La nostra azione per migliorare il servizio elettrico sul territorio è costante - spiega Luca Levoni, responsabile Reti Hera Sot Modena - L'investimento fatto a Pavullo è uno dei tanti interventi su cui stiamo lavorando nella montagna modenese. In questo caso l'obiettivo è la continuità del servizio a famiglie e attività, ma Hera è impegnata anche sul fronte delle energie rinnovabili. Soprattutto in Appennino, dove sono più diffusi fotovoltaico e idroelettrico, stiamo investendo sulle smart grid, le reti intelligenti. Al proposito abbiamo da poco concluso uno studio per controllare la tensione di rete nei punti di connessione con gli impianti idroelettrici e, in collaborazione con Enel, proprio nella cabina di Pavullo realizzeremo sistemi smart. Lo sviluppo della generazione diffusa richiede, infatti, forti investimenti in tecnologia per gestire le sollecitazioni sul sistema dell'energia immessa da più punti. Talvolta - conclude - questo fenomeno può anche compromettere

la continuità del servizio e infatti i lavori in corso per strutturare in modo più moderno le reti e gli impianti, hanno il duplice obiettivo di favorire lo sviluppo delle fonti rinnovabili e di garantire ai clienti finali un servizio di qualità».

Francesco Seghedoni

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro