Menu

Vai alla pagina su Terremoto in Emilia

Cena al Mef con i grandi chef, raccolti 25mila euro

Riuscita

la cena di solidarietà al Museo Casa Enzo Ferrari, nell'ambito dell'iniziativa "Ti voglio bene, Bassa" ideata dalla Fondazione Casa di Enzo Ferrari in collaborazione con l'associazione Rock no War ONLUS, per raccogliere fondi per la ricostruzione della scuola dell'infanzia di Medolla

Si è tenuta ieri sera la cena di solidarietà organizzata al Museo Casa Enzo Ferrari, nell'ambito dell'iniziativa "Ti voglio bene, Bassa" ideata dalla Fondazione Casa di Enzo Ferrari in collaborazione con l'associazione Rock no War ONLUS, per raccogliere fondi per la ricostruzione della scuola dell'infanzia di Medolla.

I partecipanti sono stati circa 500 e l'incasso dei biglietti 25.000 euro.

L'atmosfera è stata quella di una grande festa di solidarietà in cui tutti coloro che hanno partecipato ci hanno creduto con spirito propositivo, a partire dai soggetti coinvolti nell'organizzazione della serata, che hanno lavorato con la concretezza e determinazione che caratterizzano gli emiliani.

L'iniziativa è stata realizzata grazie alla collaborazione con GRID, la società di gestione commerciale del MEF e alla partecipazione del Consorzio Modena a Tavola ed in particolare degli chef Massimo Bottura e Luca Marchini col sostegno di Piacere Modena by Palatipico, dell'associazione La San Nicola di Castelfranco Emilia e il supporto dell'associazione "Via Piave e dintorni".

La cena si è tenuta nel cortile del MEF, che non era addobbato a festa, ma trasmetteva tutto il significato e il valore storico che ha questo Museo, che è una splendida opera di architettura contemporanea dedicata ad un grande personaggio, ma anche un luogo ideale di aggregazione e condivisione, che merita di essere vissuto in primis dai modenesi.

La cucina proposta valorizzava i prodotti tipici e di eccellenza della nostra terra, con piatti più o meno tradizionali, serviti direttamente dagli chef presenti.

I tortellini della San Nicola erano quelli fatti a mano dalle rezdore emiliane e il gnocco fritto quello speciale di Ermes, ancora più buono perché al piacere del palato si univa quello di vederlo trasportato e servito da lui direttamente dal cestino della sua bicicletta. Da cornice alla serata hanno fatto la premiazione della Cento Ore Classic organizzata dalla Scuderia Tricolore e l'intrattenimento musicale del gruppo jazz Claudio Messori Quartet. Tanti anche i bambini presenti, che hanno partecipato nell'aula didattica del MEF al laboratorio "Teste pensanti, teste sognanti" ideato e offerto dalla Bottega di Merlino di Laura Scapinelli.

Durante la serata sono state vendute sempre a scopo benefico alcune stampe firmate dall'illustratore Andy Potts e autografate da Piero Ferrari, realizzate in tiratura limitata

e disponibili nello store del Museo. Prossimamente sarà proposta

anche una linea di gadget una cui percentuale sul ricavato andrà in favore dell'iniziativa "Ti voglio bene, Bassa", che prosegue anche attraverso le donazioni possibili all'IBAN IT82U0339566780CC0020003852 .

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro