Quotidiani locali

Vai alla pagina su Terremoto in Emilia

Terremoto. Due lievi scosse nella notte. Ricostruzione: un accordo per fermare le mafie

Notte tranquilla, lo sciame sismico dà solo due "segnali" di vita con magnitudo 2.2 e 2.1. Intanto si moltiplicano gli interventi per governare e finanziare la ricostruzione. Aiuti anche ai pendolari Fs delle zone terremotate. Le nuove foto dei lettori SOTTOSCRIZIONE: "Coraggio, aiutiamoli!"   INTERATTIVO: Nelle terre colpite dalle scosse I NUOVI CONTENUTI Concordia: abbattuta la torretta   

Giù la torretta di Concordia

40 DETENUTI PRONTI A LAVORARE PER LA RICOSTRUZIONE. Sono circa 40 i detenuti che potrebbero partecipare alle attività di ricostruzione post terremoto. La proposta del ministro della giustizia Paola Severino di accogliere la disponibilità dei carcerati a svolgere attività di volontariato nelle zone colpite dal sisma Š stata al centro di un incontro svoltosi oggi a Bologna tra l'assessore regionale alle politiche sociali Teresa Marzocchi, il vice capo del dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria Luigi Pagano e gli assessori comunali alle politiche sociali Matteo Sassi di Reggio Emilia, Chiara Sapigni di Ferrara e Francesca Maletti di
Modena.

MTV ADOTTA IL GALILEI DI MIRANDOLA. Dagli Mtv days di Torino a Mirandola. Continua la mobilitazione dei musicisti in favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia-Romagna. Domani, dal palco del grande concerto in programma nel capoluogo piemontese, Mtv Italia lancia una raccolta di fondi per la ricostruzione
dell'Istituto superiore Galileo Galilei di Mirandola che sarà abbattuto e ricostruito.

EMIL RO FACTOR: 10 MILIONI PER LE AZIENDE. Emilia Romagna Factor, società del Gruppo Bper, considerato il particolare legame con il territorio, ha deliberato la concessione di un plafond di 10 milioni utilizzabile per il pagamento dei fornitori mediante l’avvio di operazioni di factoring  pro-soluto.

L’intervento prevede il pagamento certo e a scadenza ai fornitori che aderiranno all’iniziativa e la possibilità, per le aziende colpite dagli eventi sismici, di ottenere un’ulteriore dilazione di pagamento fino a un termine massimo di 90 giorni oltre la data di scadenza del credito o, in alternativa, di 180 giorni complessivi a decorrere dalla data di emissione della fattura.

ESENZIONE TICKET VALE 2.2 MILIONI: Costa circa 2,2 milioni di euro al mese l'esenzione dal ticket sanitario per le popolazioni dell'Emilia-Romagna colpite dal terremoto. La copertura finanziaria dell'operazione Š stata trovata dalla Regione nell'assestamento di bilancio 2012, che oggi ha incassato il via libera anche della commissione Sanit… di viale Aldo Moro.

UNITELMA SAPIENZA: ESONERO DA RATA UNIVERSITARIA.  Gli studenti regolarmente iscritti ai Corsi di Laurea per i corsi organizzati da Unitelma Sapienza alla data del 31 maggio 2012 e residenti nelle province di Ferrara e Modena sono esonerati dal pagamento della seconda rata relativa all’anno accademico in corso. Equivalente esonero della rata sarà riconosciuto agli studenti che si immatricoleranno ai corsi di laurea fino al 31 luglio 2012.E’ quanto ha deliberato il Consiglio d’Amministrazione nella seduta del 26 giugno.

ULTIMI GIORNI PER CHIEDERE LA VERIFICA DELL'AGIBILITA' DELLE CASE. Gli abitanti delle zone colpite dal
sisma hanno tempo ancora 10 giorni per chiedere che sia verificata l'agibilità della propria casa. Lo ha
stabilito il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, spiegando che il termine è necessario per avere finalmente un quadro preciso della situazione e decidere cos dove e in che modo alloggiare gli sfollati, a partire (se possibile) dal ritorno nella propria abitazione.

FINI: LE IMPRESE VANNO AIUTATE. Gianfranco Fini, presidente della Camera, ha fatto visita a Pitti Bimbo a Firenze e ha anche parlato della situazione nelle aree colpite dal sisma in Emilia: "Le imprese dei territori emiliani colpiti dal terremoto sono molto dinamiche, ma devono essere aiutate dalle istituzioni per ripartire presto nella sicurezza di tutti. Il decreto del governo che è attualmente in discussione al Senato si muove proprio in questa direzione".

NIENTE TICKET IN TRENTINO PER I TERREMOTATI. I cittadini residenti nei comuni della Lombardia, dell'Emilia Romagna e del Veneto interessati dagli eventi sismici dello scorso mese di maggio saranno esentati in Trentino dal pagamento del tickett sanitario.La delibera dell'assessore Ugo Rossi prevede che i cittadini colpiti dal terremoto, attualmente ospiti in Trentino, potranno usufruire dal 1 luglio al 30 settembre 2012 di prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale, di Pronto Soccorso e di assistenza termale presso le strutture del Servizio sanitario provinciale in regime di esenzione.

UN'ORCHESTRA DI MILLE MUSICISTI A CONCORDIA. Si terrà sabato a Concordia, nell'area antistante il Caseificio S. Paolo, l'evento di solidarietà "1.000 in concerto per la Bassa". Attraverso un tam tam via social network, nei giorni scorsi alcuni giovani musicisti milanesi hanno lanciato un appello per formare "dal nulla" un'orchestra di mille elementi (strumentisti e coro). Obiettivo, permettere alla Fondazione Scuola di Musica Carlo e Guglielmo Andreoli, costituita dai nove comuni della Bassa, di continuare a operare.

BASTICO E BARBOLINI: I SOLDI DEI PARTITI AI COMUNI. “I soldi destinati ai rimborsi dei partiti andranno alle zone terremotate, come è stato annunciato, e non rimarranno nelle tasche dei parlamentari: le illazioni che stanno circolando in queste ore sono del tutto false e infondate”:Lo scrivono in una lettera ai sindaci i senatori del Pd Mariangela Bastico e Ivano Miglioli

MANFREDINI: FARE PRESTO CON MACERIE OPPURE ARRIVERA' LA MALAVITA. "Recupero macerie e messa in sicurezza (o abbattimento) dei campanili e delle torri pericolanti: occorre fare presto. La burocrazia ha già rallentato abbastanza le operazioni. Se si temporeggia ancora, sarà la malavita ad arrivare prima". A lanciare l’appello è il capogruppo leghista in consiglio regionale Mauro Manfredini. “Sono passati 40 giorni dal terremoto e le macerie ancora dominano sulle strade. La gente ha voglia di ripartire, c’è esigenza di ricostruire, di accedere ad aree agibili. In molti casi i fondi per la rimozione delle macerie sono disponibili e i Comuni hanno già fissato le priorità, ma tutto è bloccato per i soliti cavilli burocratici, come il chiarimento delle competenze e i vari conflitti interpretativi del decreto” sottolinea Manfredini.

AGRICOLTURA: L'EUROPA ANTICIPERA' IL 50% DEI PAC. L'Unione europea dovrebbe anticipare a luglio 2012 l'acconto del 50% dei pagamenti Pac spettanti alle aziende agricole dei territori colpiti dal sisma” E’ questo uno dei numerosi  provvedimenti anticipati ieri  (28 giugno) dall’assessore  all’Agricoltura della regione Emilia Romagna, Tiberio Rabboni che  ha partecipato ad una riunione con agricoltori, dirigenti e tecnici della Confederazione italiana agricoltori modenese.

GOVERNO: IL 50% DEI TAGLI AI FINANZIAMENTI AI PARTITI VANNO AI TERREMOTATI. "Il rappresentante del governo ha assicurato che il decreto legge richiesto per la destinazione alle popolazioni terremotate dei risparmi derivanti dalla riduzione del finanziamento pubblico ai partiti sarà posto all'ordine del giorno del prossimo Consiglio dei ministri. In assenza di tale strumento, la Commissione affari costituzionali è pronta ad approvare rapidamente il testo già approvato dalla Camera". Lo ha detto nell'aula del Senato il presidente della commissione Affari costituzionali Carlo Vizzini dopo un intervento del senatore del Pd, Giovannini Legnini, che, rivolgendosi alla presidenza dell'assemblea, ha reso noto che ieri nella capigruppo la presidente dei senatori democratici, Anna Finocchiaro, "ha chiesto l'urgente calendarizzazione del disegno di legge di riforma del finanziamento pubblico dei partiti che è stato approvato dalla Camera dei deputati e pende al Senato dinanzi alla Commissione affari costituzionali". Nel testo c'è il dimezzamento del finanziamento pubblico ai partitti e la finalizzazione della riduzione del 50 per cento alle popolazioni terremotate dell'Emilia, che è messa rischio dal fatto che la legge potrebbe non entrare in vigore prima che la tranche di luglio venga erogata. Legnini ha quindi reiterato la richiesta di una immediata calendarizzazione del testo

GOVERNO: OLTRE 42MILA VERIFICHE: Al 22 giugno, grazie a 151 squadre di rilevatori, sono state realizzate in Emilia Romagna «47263 verifiche speditive che hanno comportato 18012 verifiche di agibilità su edifici pubblici e privati». Lo ha detto, nelle commissioni riunite Ambiente e Attività produttive della Camera, il sottosegreatrio alle Infrastrutture Guido Improta. Nel corso dell’audizione sulle ripercussioni del terremoto di maggio scorso sulle attività produttive, Improta ha specificato che 1724 verifiche di agibilità sono state fatte nella provincia di Bologna, 3814 in quella di Ferrara, 11025 nella provincia di Modena e 1449 in quella di Reggio Emilia. Gli edifici agibili sono risultati il 34,2%.

SCIAME SISMICO: DUE MINI SCOSSE NELLA NOTTE Due lievi scosse di terremoto, di magnitudo 2.1 e 2.2, sono state registrate rispettivamente all’1:54 e alle 4:24 nelle zone terremotate dell’Emilia, in provincia di Modena. Secondo i rilievi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il primo sisma ha avuto ipocentro a 15 km di profonditò ed epicentro in prossimità dei comuni di Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Medolla, Mirandola, San Felice sul Panaro, San Possidonio e San Prospero; il secondo ha avuto ipocentro a 25,2 km di profondità ed epicentro in prossimità di Camposanto, Medolla, Ravarino e San Felice sul Panaro.

RICOSTRUZIONE: ECCO L'ACCORDO ANTIMAFIE «un segnale politico chiaro di legalità e trasparenza nella ricostruzione. con questo accordo puntiamo ad evitare che in questa fase si inneschino deviazioni del mercato. È un passo fondamentale per affrontare sul territorio le possibili infiltrazioni della criminalità organizzata». lo ha detto vasco errani, presidente della regione emilia romagna e commissario delegato alla ricostruzione in occasione della firma del ’protocollo d’intesa di legalità per la ricostruzione delle zone colpite dagli eventi sismici del 2012’. l’intesa è stata siglata, ieri in viale Aldo Moro a Bologna, da: regione Emilia-Romagna, da Regione, sindacati, associazioni di categoria. Il protocollo punta a dare una risposta efficace per contrastare i tentativi di inserimento della criminalità organizzata e rappresenta un impegno condiviso che affonda le sue radici nelle leggi regionali 11 del 2010 (’disposizioni per la promozione della legalità e della semplificazione nel settore edile e delle costruzioni a committenza pubblica e privatà) e 3 del 2011 (’misure per l’attuazione coordinata delle politiche regionali a favore della prevenzione del crimine organizzato e mafioso, nonchè per la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabilè).

PENDOLARI TERREMOTATI: LE FACILITAZIONI PER IL TRENO Conversione dell’abbonamento annuale, con la possibilità di rimborso integrale delle mensilità non utilizzate, oppure riconversione dei mesi residui su una nuova tratta regionale. E' il contenuto dell’accordo tra la regione emilia-romagna, trenitalia, tper e seta in favore degli abbonati residenti nelle zone colpite dal sisma, in particolare per coloro che si spostano lungo le tratte che attraversano i comuni di Carpi, Rolo, Villanova di Reggiolo, Crevalcore, San Giovanni in Persiceto, San Felice, Mirandola. l’intesa prevede anche una ulteriore proroga, sino alla fine del 2012, della validità della convenzione «Mi muovo» sulla tratta carpi-modena, che consente di utilizzare con un unico titolo di viaggio i servizi ferroviari e quelli urbani di Modena e Carpi.  

SCUOLA 5 MILIONI PER RICOSTRUIRE DALLA FONDAZIONE DI MODENA È quello delle scuole il settore sul quale la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena ha deciso di intervenire in materia di ricostruzione nella fase del post terremoto. Il cda dell’ente ha già deliberato uno stanziamento di 5 milioni, somma che andrà a finanziare nell’anno in corso i lavori di ristrutturazione e consolidamento degli edifici scolastici danneggiati dalle scosse. L’intervento è stato annunciato dal presidente della Fondazione Andrea Landi, in occasione della presentazione del bilancio 2011 dell’ente. Non è mancato un appello al governo: «Per far ripartire il territorio colpito - precisa Landi - serve uno sforzo straordinario che da soli non siamo in grado di sostenere. È necessario un aiuto statale forte e le risorse per la ricostruzione devono arrivare al più presto». Per quanto riguarda il bilancio 2011 della Fondazione, si sono registrate erogazioni per oltre 27 milioni, distribuite su 438 progetti in ambito sociale, culturale e scientifico. I ricavi hanno superato i 47 milioni. Il patrimonio netto è risultato in crescita supera gli 800 milioni, l’attivo è invece poco al di sotto del miliardo. Landi ha poi gettato uno sguardo sugli impegni 2012: «La situazione di grave crisi in cui versa l’Europa ci impone grande cautela - ha detto -.

Per il 2012 le erogazioni potrebbero aggirarsi intorno ai 20 milioni, somma che potrà essere incrementata a seconda delle situazioni grazie ad alcune riserve che abbiamo a disposizione. Verosimilmente un punto di arrivo per il 2012, da questo punto di vista, potrebbe essere di 22-23 milioni».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon