Menu

«Questa giunta non sta facendo nulla per Montecreto»

Duro attacco della minoranza: «Non ha presentato progetti per lo Sviluppo Rurale e ignora pure quelli già avviati»

MONTECRETO. Il gruppo consigliare di minoranza di Montecreto, bacchetta sindaco e maggioranza per un presunto disinteresse nel fare ricorso ai finanziamenti pubblici, in particolare a quelli relativi al Piano di Sviluppo rurale, che prevede contributi pari al 70% dei lavori a base d’asta. «La nostra – lamentano i consiglieri – è l’unica amministrazione a non aver presentato nessun progetto in nessuna misura». L’opposizione, poi, fornisce un puntiglioso elenco dei progetti finanziati. «Sulla viabilità rurale, ne sono stati finanaziati 27: 2 a Polinago per 123.420 euro; 6 a Pavullo per 142.801; 1 a Palagano per 30.444,00; 1 a Montese per euro 51.507 euro; 3 a Riolunato 3 per euro 83.909 euro; 1 a Pievepelago per 59.251 euro; 1 a Fiumalbo 1 per euro 125.374 euro; 5 a Lama Mocogno per euro 138.859 euro; 1 a Frassinoro per 101.219 euro; 4 a Sestola per 143.293 euro e 2 a Montefiorino 2 per 54.199,00 euro. La nostra amministrazione, non presentando nessun progetto, forse pensa che la viabilità comunale sia sufficientemente adeguata. Un’altra misura finanziata, riguardava la realizzazione di impianti a biomassa per edifici pubblici, sulla quale sono state presentate 5 domande e tutte finanziate, ma ancora una volta l’amministrazione comunale di Montecreto non ha presentato nessun progetto. Pertanto a contributo sono andati i comuni di Pievepelago, Fanano, Lama Mocogno, Frassinoro e Sestola per un totale che supera il milione di euro. Riteniamo che fosse opportuno presentare un progetto almeno per la “Casa della Mariola” di Acquaria, dove servono acqua sanitaria 365 giorni all’anno e ambienti sempre ben riscaldati. Idem per la sede comunale dove si poteva abbattere di parecchio il costo di consumo. In questi due anni tutti i comuni a noi vicini facenti parte della Comunità Montana hanno realizzato e stanno realizzando centraline a biomassa legnosa per l’abbattimento del consumo energetico. Dal comune di Montecreto nessun segnale in merito. Un’altra misura finanziata era sul recupero e restauro di edifici di proprietà pubblica, dove sono state presentate tre domande, tutte finanziate, a Frassinoro, Riolunato e Pievepelago. Da noi sarebbe stato opportuno pensare al recupero del vecchio caseificio, donato dalla cooperativa casearia, che lo realizzò con meno risorse e più sacrifici, e del quale da tempo le associazioni di volontariato locale stanno chiedendo il recupero, per poter svolgere la loro attività rispettando le normative vigenti”. “Riteniamo – prosegue la minoranza - che sia indispensabile essere particolarmente attenti in periodi di difficoltà economica, nella quale versano tutti nostri comuni, per poter garantire un minimo di efficienza alle nostre infrastrutture che sono da troppo tempo abbandonate a se stesse. Constatiamo anche

- concludono i consiglieri di minoranza - che su progetti molto importanti, anche della precedente amministrazione, non si hanno più notizie, nonostante fossero già disponibili grossi finanziamenti di enti esterni. Vedi ad esempio il progetto sulle disabilità “Il castagno di Pollicino”».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro