Menu

Taxista di prostitute in cambio di prestazioni sessuali

MODENA. Usava l’auto della madre. Arrestato dai Cc per sfruttamento e favoreggiamento, è stato condannato per direttissima a un anno

MODENA. Martedì notte i Carabinieri della Compagnia di Modena hanno arrestato in flagranza di reato un albanese di 20enne, albanese, incensurato, S.A., residente a Savignano sul Panaro responsabile di favoreggiamento della prostituzione.

Il giovane, con l’autovettura Ford Fiesta di proprietà della madre, prelevava giovani ragazze, prevalentemente di origine bulgara e serba, per portarle sulla via Emilia tra Cittanova e Rubiera dove battono abitualmente. Forse sperava in controlli più diradati dovuti all’agosto ma i Carabinieri lo hanno pizzicato lo stesso. Infatti da più di un mese l’intraprendente giovanotto percorreva le stesse strade cambiando saltuariamente bar per qualche sosta o cambiando il luogo dove caricava le ragazze.

In cambio dei passaggi, le giovani donne offrivano al giovane albanese prestazioni sessuali gratuite perchè sostenevano di non avere contanti prima di incontrare i clienti. L’operazione fa parte dei controlli e delle operazioni concluse con arresti del Nucleo Operativo contro il favoreggiamento

e sfruttamento della prostituzione. Arrestato in via Emilia Ovest l’uomo è stato tradotto in caserma per la compilazione degli atti di rito. Nella mattinata di ieri è stato sottoposto a rito direttissimo e condannato ad un anno di reclusione ed al pagamento di una multa di 800 euro.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro