Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Rapina all’ufficio postale, preso dopo un anno

Dopo il colpo a San Vito il malvivente è stato tradito da telecamere e impronte digitali

I carabinieri hanno arrestato Salvatore Ranese, 39 anni, di Napoli ma residente a Castelvetro di Modena, già noto alle forze dell’ordine, accusato della rapina a mano armata del 22 novembre scorso a San Vito di Spilamberto. Sarebbe lui il malvivente con volto coperto da una sciarpa e armato di coltello da cucina di grandi dimensioni che irruppe all’interno dell’ufficio postale e, dopo aver chiuso all’interno dei servizi igienici i dipendenti, si impossessò circa 2.000 euro per poi scap ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

I carabinieri hanno arrestato Salvatore Ranese, 39 anni, di Napoli ma residente a Castelvetro di Modena, già noto alle forze dell’ordine, accusato della rapina a mano armata del 22 novembre scorso a San Vito di Spilamberto. Sarebbe lui il malvivente con volto coperto da una sciarpa e armato di coltello da cucina di grandi dimensioni che irruppe all’interno dell’ufficio postale e, dopo aver chiuso all’interno dei servizi igienici i dipendenti, si impossessò circa 2.000 euro per poi scappare. Le indagini hanno portato a lui attraverso estrapolazioni di immagini e al repertamento di impronte sul bancone della cassa permettevano di fornire un volto all’autore della rapina. L’uomo risulta coinvolto in vicende analoghe e non si esclude possa aver partecipato a delitti dello stesso tipo. L’autorità giudiziaria, condividendo del tutto le risultanze investigative, ha firmato un’ordinanza di custodia cautelare nella casa circondariale di Modena.