Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Lotta all’evasione/ Il Ministero premia i Comuni, brilla Maranello. Ultima è Modena

il record a Maranello premiato con un ristorno di ben 395 mila euro, poi Mirandola con 142 mila, Soliera con 62 mila, Nonantola 28 mila, Carpi con 23 mila e giù fino al comune di Modena con soli 1.850 euro

Quasi due milioni di euro per l’intera Emilia-Romagna, e 660 mila euro per i comuni della provincia di

Modena. a tanto ammonta la somma assegnata dal ministero dell’interno come ’premiò per aver contribuito alla lotta all’evasione fiscale attraverso le segnalazioni. A renderlo noto è il coordinatore legalità e sicurezza della cgil regionale, Franco Zavatti. «Ai bilanci in grande sofferenza dei comuni andrà un giusto ’ristorno’ delle prime cospicue somme recuperate, grazie alla st ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Quasi due milioni di euro per l’intera Emilia-Romagna, e 660 mila euro per i comuni della provincia di

Modena. a tanto ammonta la somma assegnata dal ministero dell’interno come ’premiò per aver contribuito alla lotta all’evasione fiscale attraverso le segnalazioni. A renderlo noto è il coordinatore legalità e sicurezza della cgil regionale, Franco Zavatti. «Ai bilanci in grande sofferenza dei comuni andrà un giusto ’ristorno’ delle prime cospicue somme recuperate, grazie alla strutturata collaborazione nella lotta alle evasioni fiscali, in attuazione del patto siglato fra l’anci e l’agenzia delle entrate», spiega. Ai comuni che hanno aderito al patto antievasione andrà il 50% delle somme recuperate in seguito alle loro ’segnalazioni qualificatè sul 2011, e che passerà al 100% per il prossimo triennio. «Da un primo resoconto parziale che riguarda l’Emilia-Romagna, vediamo l’arrivo di circa 1,8 milioni di euro», annuncia zavatti. «oltre un terzo è per comuni della provincia di Modena: 660 mila euro. non pochi- osserva- e sopratutto un vistoso contributo ad una battaglia di democrazia ed equità, nel contrasto alle frodi fiscali che deve vedere i comuni sempre più in prima linea e davanti ai cittadini, incoraggiati così a segnalare, a loro volta, casi evidenti di evasione». La Cgil quindi si appella agli enti che non hanno ancora aderito al patto. «dei 348 comuni emiliano romagnoli, sono 275 quelli che hanno aderito. in provincia di Modena, dopo la recente adesione di Camposanto, Pievepelago e Prignano, mancano ancora all’appello San Cesario, Montese, Fiumalbo, Montecreto, Riolunato e Polinago», rende noto il sindacalista.

Per quanto riguarda le segnalazioni, «è noto il record del comune di Maranello che è così stato premiato con un ristorno di ben 395 mila euro ma, aggiungiamo, Mirandola con 142 mila, Soliera con 62 mila, Nonantola 28 mila, Carpi con 23 mila e giù fino al comune di

Modena con soli 1.850 euro, nonostante le circa 400 segnalazioni inoltrate: ciò induce a riflessioni per migliorare l’efficienza del sistema», afferma Zavatti. Sistema che andrebbe migliorato prima di tutto fuori dai municipi. «anche a causa delle carenze di personale delle agenzie delle entrate- ricorda Zavatti- il rapporto fra il numero delle segnalazioni proposte e gli accertamenti effettuati, è poco più del 18%». lo scarto, osserva, «è troppo ampio e perciò andrà chiarito con quali criteri e priorità l’agenzia sceglie fra il grande numero delle segnalazioni pervenute dai comuni». Secondo il sindacalista, infatti, «colpisce un dato molto divaricato: le segnalazioni dai comuni riguardano per il 57% il patrimonio edile ed immobiliare. ma dal lavoro dell’agenzia delle entrate, emerge che lo stesso filone patrimoniale produce solo il 19% delle imposte accertate ed il 13% delle maggiori somme riscosse» (dire)