Quotidiani locali

Vai alla pagina su Terremoto in Emilia

A Mirandola si inaugura via “29 maggio”, a Roma brutte notizie sulle tasse

Una cerimonia commossa quella che ricorderà per sempre le vittime del terremoto, ma il Governo non intende fare sconti e pone la fiducia per evitare altre agevolazioni alla Bassa.

Sei mesi dopo il terremoto del 29 maggio (quello che ha provocato le vittime nell'Area Nord), la comunità si riunisce per ricordare i morti ma anche per fare il punto su quanto realizzato finora e per guardare avanti nella ricostruzione. È questo il senso di "Una comunità che riparte", iniziativa organizzata dal Comune di Mirandola e dall'Unione Comuni Modenesi Area Nord.

Stamattina, a Mirandola, si è tenuta l'inaugurazione di "Via 29 Maggio", la strada di accesso alle nuove scuole superiori mirandolesi intitolata alle vittime del terremoto. Alle ore 18 alle Scuole Medie "Montanari" (via D. Pietri, 4) si terrà un Consiglio Comunale solenne con interventi del Sindaco Maino Benatti, del Presidente della Provincia Emilio Sabattini, del Presidente del Consiglio comunale Andrea Venturini, di rappresentanti del mondo economico, sindacale, del volontariato e della scuola. I lavori saranno chiusi da Paola Gazzolo, Assessore alla Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna. Alle 21 al Palatenda ERT (zona nuove scuole) si terrà un concerto della Banda giovanile "John Lennon" (Direttore Mirco Besutti), con suggestioni letterarie a cura di Alessandra Mantovani.

Domani alle ore 21 alle Scuole Medie "Montanari" (via D. Pietri, 4) ci sarà una tavola rotonda dal titolo "Una comunità che riparte". I giornalisti Michele Brambilla (La Stampa) e Cristina Provenzano intervisteranno Gian Carlo Muzzarelli, Assessore alle Attività Produttive della Regione Emilia-Romagna, Elena Malaguti, Assessore all'Istruzione, Politiche Giovanili e Cultura della Provincia di Modena, Alberto Silvestri, Presidente Unione Comuni Modenesi Area Nord e Maino Benatti, Sindaco di Mirandola.

Intanto arrivano notizie contrastanti sul fronte tasse: in commissione bilancio del Senato si è ottenuto una mini-proroga al 19 dicembre per la presentazione della documentazione per i pagamenti, ma nonostante il Governo sia andato sotto non sembra intenzionato a fare sconti per evitare il rischio buste paga a zero euro e i finanziamenti alle imprese con danni indiretti e cali di fatturato oltre il 30%. Non a caso la squadra di Monti ha ormai deciso di porre la fiducia sul decreto relativo ai “Costi della Politica” dove sono inserite anche le norme agevolative per la Bassa terremotata.

 

Foto di Caterina Dellacasa

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Gazzetta di Modena
e porta il cinema a casa tua!3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

^M