Menu

Bersani si riprende sette comuni Renzi perde Sassuolo

Ma la percentuale del sindaco è tra le più alte in regione Decisivo lo spostamento sul segretario dei voti di Vendola

MARANELLO. L'analisi dei numeri parte dal dato assoluto provinciale sul numero dei comuni. Bersani ribalta completamente il risultato di sette giorni fa, che lo vedeva in svantaggio di 7 comuni, e vince per 27-20.

In numeri assoluti questo significa che la differenza di voti tra Bersani e Renzi aumenta: la settimana scorsa il segretario del Pd era in vantaggio sul sindaco di Firenze di 3556, oggi chiude guadagnando 4666 voti mentre Renzi ne perde 1921.

In termini percentuali significa 57,43 per cento contro il 42,57 per cento. Da notare che solo i dati di Vendola, Puppato e Tabacci erano 8100.

Modena, come nella passata tornata, resta comunque attardata rispetto al dato regionale, dove Bersani ha una affermazione più netta attestata oltre il 60 per cento con Renzi che non supera la soglia del 40. E questo il bicchiere mezzo pieno degli sconfitti di queste primarie,

Guardando invece la mappa dei comuni il risultato di Bersani trova una conferma più allargata. In provincia di Modena, rispetto alla prima tornata di domenica 25 novembre, i bersaniani strappano ai renziani sette comuni, tutti sul filo dei voti: Castelnuovo per 10 preferenze, Castelvetro per 34, Concordia per 49, Polinago addirittura per soli 3 voti, Sassuolo per 43, Zocca per 37, San Possidonio per 19 voti. Il dato che fa più male è senza dubbio quello di Sassuolo, comune che alle prossime amministrative del 2014 sarà da strappare al centrodestra e dove il Pd, oggi, appare di fatto spezzato sui due fronti.

A Bersani, oltre ai già citati testa a testa, vanno Bastiglia, Bomporto, Campogalliano, Carpi, Modena, Cavezzo, Finale, Maranello, Nonantola, Ravarino, San Cesario, San Prospero, Savignano, Vignola, Castelfranco, Camposanto, Mirandola, Novi, Soliera, Spilamberto.

Tra i comuni da mettere in evidenza l'affermazione in generale nella Bassa e nei comuni più popolosi.

Nel dato di Modena si vede come Renzi abbia vinto solo nel seggio di Portile Modena 15: per 139 a 128. In tutti gli altri 23 seggi di Modena Bersani è davanti con il dato certamente più strutturato nel seggio di Modena 10 alla Gino Nasi e di Modena 20 nel baluardo rosso della Madonnina. Renzi perde gli altri due seggi che aveva conquistato a Cognento e Baggiovara.

In termini assoluti, sulla città, Bersani conquista 12960 voti, cresce di 2043 voti mentre Renzi cala di 451 preferenze. Su Modena si può quasi immaginare un travaso piuttosto netto dai voti di Vendola, che erano 2300. Quattrocento voti in più Bersani li ha presi anche a Carpi.

A Renzi, invece, Fanano, Fiorano, Fiumalbo, Pievepelago, Riolunato, Formigine, Frassinoro, Guiglia, Lama Mocogno, Marano, Medolla, Montecreto, Montefiorino, Palagano, Pavullo, Prignano, San Felice, Serramazzoni, Montese e Sestola.

La montagna si conferma schierata praticamente tutta su Renzi, col punto forte di Pavullo. Formigine resta un baluardo per i renziani, così come Sestola. Dato importante anche quello di San Felice, di fatto unico comune tra i terremotati a schierarsi apertamente con Renzi.

Qualche dettaglio per dare i termini del confronto. Formigine vede davanti Renzi 1499 a 1388. A Savignano vince Bersani 571 a 491. A Castelfranco, nel seggio 1, il divario tra Bersani e Renzi è quasi il doppio: 1209 a 633. A Cavezzo Bersani vince 378 a 257. A Maranello Bersani riesce a stare davanti, sebbene di poco, un po’ ovunque: il dato di Maranello 2 dice Bersani davanti 177 a 110 .

A Carpi 1 Renzi cede il passo

in quello che era il seggio più rappresentativo: 561 per Bersani, 507 Renzi.

Tutto questo per capire le proporzioni di una seconda tornata elettorale che ha visto a Modena un dato altissimo di votanti, quasi 70mila.

@dvdberti

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro