Menu

Savignano, un furto da 7mila euro in profumeria

I Carabinieri intercettano i ladri  dopo una spaccata a una profumeria di via Claudia, i malviventi in fuga abbandonano una parte del bottino che ammonta a 7mila euro in profumi più i danni al negozio. Un’altra notte di controlli 21 le persone complessivamente denunciate per vari illeciti

Non solo indagini ma anche intervento e presenza costante sul territorio. Questa l’azione svolta quotidianamente di carabinieri per contrastare i tentativi di estensione della criminalità nella nostra provincia. Ieri nonostante il maltempo le pattuglie sono state mobilitate in tutti e 47 Comuni della Provincia. Al termine sono state 21 le persone complessivamente denunciate per vari illeciti; 8 i conducenti di autoveicoli sorpresi alla guida in stato di ebbrezza.

Savignano sul Panaro i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato per evasione un marocchino 34enne. L’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari per reati in materia gli stupefacenti, è stato sorpreso dai militari in via Brenta, mentre si stava allontanando dalla sua abitazione con i bagagli al seguito.

Sempre a Savignano, alle 02.00 dell’8 Dic., cinque persone hanno infranto con una fioriera la vetrina della profumeria “Stefany”, in via Claudia 3644, e poi raccolto in due borsoni i profumi esposti. Mentre fuggivano a piedi lungo la ferrovia, sono stati intercettati da una pattuglia di Carabinieri, immediatamente sopraggiunta a seguito della segnalazione di una persona, che aveva assistito all’accaduto. I cinque sono stati costretti a fuggire, abbandonando parte della refurtiva, stimata in circa 7mila euro;

A Modena, i Carabinieri della Stazione di Modena San Damaso hanno identificato e arrestato una 48enne di etnia rom, residente a Modena presso l’area nomadi di strada Bellaria, colpita da un ordine di carcerazione. La donna doveva scontare la pena di anni 1 e mesi 4 per il furto aggravato di alcuni capi di abbigliamento, commesso lo scorso anno all’interno di un esercizio commerciale di Sassuolo;

Nonantola, i Carabinieri della locale Stazione hanno rintracciato e arrestato

per tentata truffa e sostituzione di persona un pregiudicato di 36 anni, della provincia di Caserta, in possesso di false generalità e di un assegno bancario sospetto, di alcune migliaia di euro, di cui aveva già tentato l’incasso presso al locale filiale del Banco Popolare di Verona.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro