Quotidiani locali

Tesori di carte: “viaggi” all’Archivio di Stato

Tra i “gioielli” conservati la possibilità di indagare l’idea dell’unione di Stati da molteplici punti di vista

“Un percorso sull'idea di Europa”. Bastano poche parole per aprire innumerevoli vie e indagini storiche da avviare tra le carte dell'Archivio di Stato di Modena. Se dunque il difficile consiste nel circoscrivere l'argomento da trattare, risulta sicuramente più facile inquadrare l'oggetto da angolazioni diverse e far riflettere sulle mille sfaccettature dell'idea stessa di Europa, notando come è facile ritrovare molte di esse tra le carte custodite dall'edificio in corso Cavour.

Modena in quanto capitale e centro nevralgico di uno Stato preunitario, quello estense, da sempre ha cercato di ritagliarsi il proprio spazio sullo scenario europeo, cercando sempre di avere un ruolo da protagonista. La Casa d'Este infatti, ben conosceva l'importanza e la grandiosità dello scacchiere europeo, ed era ben consapevole che il proprio territorio ricopriva un ruolo centrale, imponendole di essere sempre ben attenta ai tanti giochi politici che in esso si svolgevano.

Un'Europa dunque che entra, ora di riflesso ora di prepotenza, nelle storie che queste carte narrano. Ed allora come poter partecipare e contribuire fattivamente al progetto del Ratto d'Europa, senza limitare le tante potenzialità?

Magari ponendo in risalto i grandi temi che il gruppo del Ratto d'Europa aveva già individuato, contribuendo con una rilettura in chiave squisitamente storica. Di comune accordo con gli autori del Ratto d'Europa, si è dunque scelto di indirizzare gli oramai classici appuntamenti mensili dell'Archivio di Stato di Modena (ogni ultimo mercoledì del mese presso l'Accademia Nazionale di Scienze, Lettere e Arti di Modena, alle ore 16), dedicati ai suoi meravigliosi tesori di carte, al tanto caro tema dell'Europa.

Si comincia così già mercoledì 30 gennaio nell'affrontare il tema dell'informazione politica nel XVII secolo, prendendo in analisi in particolare la comunicazione tra Italia, Francia e Olanda. Si prosegue a febbraio gettando uno sguardo sull'Europa in un momento di forte crisi del potere papale quale fu lo scisma Avignonese.

A marzo l'attenzione si concentra invece sulla centralità territoriale del ducato di Modena, in particolare nel corso dei grandi conflitti che attraversarono l'Europa tra XVIII e XIX secolo.

Ancora Modena e l'Europa, ad aprile, saranno al centro dell'esame dei rapporti intessuti tra la Casa d'Este e le maggiori potenze europee. Maggio porterà ancora l'attenzione sulla politica estera, in particolare sui dispacci e le notizie provenienti da Venezia, la porta d'Oriente.

Infine l'ultimo appuntamento del primo semestre dei tesori d'Europa (si riprenderà a settembre con altre affascinanti tematiche) vuole ripercorrere le grandi vie di

comunicazione che collegano Modena e Reggio alle capitali d'Europa.

Una serie di appuntamenti per tutti i gusti e per tutti gli interessi. Tanti modi diversi di leggere l'Europa, tra passato e futuro.

Archivio di Stato di Modena

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon