Menu

Smart card, la Gazzetta con lo sconto

Con la nuova tessera ricaricabile è possibile ritirare in edicola il quotidiano con una riduzione del prezzo di copertina

Vi piacerebbe poter acquistare il vostro quotidiano a un prezzo addirittura inferiore a un euro alla copia? Dal 3 dicembre scorso questo è possibile, almeno nelle edicole della zona di Sassuolo, Fiorano, Montefiorino, Frassinoro, Prignano sul Secchia, Palagano, Polinago, Varana di Serramazzoni e Corlo di Formigine che hanno aderito all’iniziativa della Smart Card voluta dall’editore sia per la Gazzetta di Modena che per quella di Reggio Emilia.

In pratica l’informatica si sposa con la carta stampata grazie ad una tessera elettronica, la Smart Card precaricata, appunto, con la quale ci si abbona, di fatto, per uno o due mesi ottenendo un numero di copie superiore alla spesa sostenuta e per di più senza l’obbligo di doversi presentare ogni volta all’edicola con i soldi in mano. In barba a quanti hanno voluto vedere nell’informatica e nella comunicazione on line un segno di declino della comunicazione su carta i due mondi si fondono in un reciproco sostegno a vantaggio soprattutto del lettore.

A spiegare meglio questa piccola rivoluzione, che coniuga il mondo dell’informazione tradizionale con quello delle nuove tecnologie, è la dottoressa Silvia Angelo vice presidente dell’Agenzia Menta alla quale il Gruppo Finegil spa ha affidato il compito di promuovere e sperimentare il progetto di distribuzione dei quotidiani di Modena e Reggio Emilia.

«Le esperienze già compiute - premette Silvia Angelo - effettuate in collaborazione con Gazzetta di Parma e il Sole 24 Ore, hanno e stanno continuando a fornire ottimi risultati, con soddisfazione dei lettori, degli edicolanti, dell’Editore e dell’Agenzia stessa. Da anni effettuiamo investimenti tecnologici per migliorare continuamente la qualità del servizio nei confronti degli editori e dei rivenditori e oggi possiamo vantare pressoché la totale informatizzazione della nostra area di distribuzione che copre interamente Parma e provincia, Reggio Emilia e provincia e parzialmente le province di Modena oltre che Piacenza, Cremona e Mantova. Premetto che queste iniziative di marketing sono rivolte alle rivendite informatizzate e premiano tutti coloro che dal 2009 (anno di subentro di Adg Menta s.r.l. nella gestione dell’area interessata nella provincia di Modena) ad oggi, ci hanno seguito su tale trasformazione e sono stati capaci di investire sul loro futuro, informatizzandosi».

Cosa occorre fare per attivare la card e poterne usufruire?

«Ci sono due modalità per la sottoscrizione della smart card, entrambe molto semplici. Con la prima il lettore si reca presso una rivendita informatizzata e richiede il modulo di sottoscrizione, una volta compilato lo restituisce al rivenditore e il giorno successivo ritira la smart card in edicola, la ricarica e inizia a ritirare le sue copie. La seconda opzione prevede la possibilità da parte del lettore di collegarsi tramite internet all’indirizzo http://marketingadgmenta.it, scegliere l’area cliente dal menu “Abbonamenti e ricaricabili” e, seguendo le istruzioni, procedere direttamente alla sottoscrizione».

Per favore, ci precisi meglio.

«Una volta effettuata la sottoscrizione della smart card è necessario per poterla utilizzare ricaricarla presso la rivendita scelta. Attualmente i tagli delle ricariche utilizzabili sono 30 euro che consentono al lettore il ritiro di 33 copie nell’arco temporale di cinquanta giorni dalla data della ricarica oppure 50 euro che consentono al lettore il ritiro di 60 copie nell’arco temporale di novanta giorni dalla data della ricarica. Preciso che la tessera non ha scadenza e può essere ricaricata quando il residuo di copie in esso contenute è pari o inferiore a 7, informazione che la rivendita può in ogni momento fornire al lettore. Infatti attraverso l’apposita funzione a disposizione, semplicemente leggendo la tessera con il lettore di codice a barre, il rivenditore è in grado di monitorare il numero di copie residue presenti sulla stessa ed informare il suo cliente».

Sembrerebbe, però, che in questo modo l’editore vada incontro ad una perdita.

«No. Ritengo che per l’editore e per tutti gli attori della filiera queste iniziative devono essere considerate un importante investimento per la riqualificazione della filiera della carta stampata, che purtroppo come molti settore dell’economia italiana non è stata risparmiata dalla crisi. Sono convinta che le potenzialità di marketing delle carte ricaricabili sono ancora tutte da esplorare da parte del mondo editoriale, sicuramente oggi rappresentano un premio di fidelizzazione per il lettore e un vantaggio per l’edicolante, ma in futuro le operazioni si possono moltiplicare, ad esempio premiando il lettore che ha fatto più ricariche, oppure attraverso concorsi legati all’utilizzo della smart card e tutto quanto la fantasia del marketing editoriale vorrà sviluppare».

Come fa l’edicolante a verificare che l’operazione sia esatta e che si svolga senza problemi per tutti i soggetti interessati: lui stesso, il cliente e l’editore?

«Attraverso il programma dedicato al ritiro degli abbonamenti e delle ricaricabili ci sono tutte le funzionalità necessarie a fornire l’assoluta garanzia dell’operazione. Anche nella serata di presentazione della smart card abbiamo evidenziato “provandolo sul campo” come sia impossibile ritirare una copia due volte nella stessa giornata anche in due rivendite differenti, pertanto l’editore e il rivenditore hanno le massime garanzie di protezione dell’operazione».

Una comodità per i lettori, ma come la pensano gli edicolanti?

«Questa iniziativa fornisce al rivenditore, oltre a una remunerazione supplementare legata alla ricarica delle tessere, un vantaggio impagabile, “la fidelizzazione del cliente”. Pertanto sono convinta che saranno loro i sostenitori più interessati alla prosecuzione dell’operazione e a comprova di quanto detto, in un mese abbiamo stampato più di 850 tessere. L’iniziativa è agli inizi,

i riscontri in termini numerici, però, sono già significativi, pertanto il tutto rappresenta una buona base per il proseguimento dell’operazione alla quale auspichiamo possano seguire nel futuro imminente nuove iniziative di marketing che portino dei vantaggi aggiuntivi alla filiera».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro