Menu

Strage di Monchio: ricorso contro le due assoluzioni

Palagano . Iniziativa del procuratore generale militare trattative con la Germania per il risarcimento alle famiglie

PALAGANO. Il procuratore generale Militare presso la Corte militare di appello di Roma Antonio Sabino ha presentato ricorso contro le due assoluzioni contenute nella sentenza d'appello del processo sulla strage di Monchio, emessa nell'ottobre scorso, le cui motivazioni sono state rese note nelle scorse settimane.

«Un ricorso - sottolinea Demos Malavasi, presidente del Consiglio provinciale di Modena che ha sempre seguito in prima persona l’evolversi del processo - che abbiamo sollecitato come parte civile insieme al Comune di Palagano e ai familiari delle vittime. Nelle motivazioni sulle due assoluzioni, infatti, contenute nella sentenza d'appello, abbiamo riscontrato con il nostro avvocato dei passaggi illogici che meritano di essere approfonditi in Cassazione».

La sentenza di una strage che vide morire civili inermi per una rappresaglia dei soldati tedeschi ha confermato la responsabilità penale del caporale Alfred Lühmann, 86 anni; assoluzione, invece, per Helmut Odenwald, 91 anni, capitano, comandante della decima batteria artiglieria contraerea, e Ferdinand Osterhaus, 93 anni, all'epoca sottotenente, entrambi condannati all'ergastolo in primo grado. Sulle assoluzioni i giudici dell'appello hanno ritenuto non sufficientemente provata la loro partecipazione con funzione di comando. La sentenza, inoltre, ha confermato, a seguito della condanna dell'imputato Lühmann, tutti i risarcimenti stabiliti dai giudici di Verona nel primo grado e riconoscendo alle vittime dei reati i loro diritti.

«Il nuovo Governo e il nuovo Parlamento che usciranno dalle elezioni ormai imminenti - aggiunge Demos Malavasi - devono continuare la trattativa con il Governo tedesco per ottenere i risarcimenti e concedere al Comune di Palagano la medaglia d'oro al valor civile».

L'avvocato Andrea Speranzoni, difensore nel processo della Provincia di Modena, del Comune di Palagano e dei familiari delle vittime, evidenzia che la sentenza definitiva della Cassazione dovrebbe arrivare entro l'estate. Ma ci sarebbero anche altre novità. Sul versante della trattativa, iniziata mesi fa al ministero degli Esteri, con la Germania, l’avvocato Speranzoni appare

infatti abbastanza soddisfatto e fiducioso sottolineando che «alcuni importanti passi sono stati fatti di recente nei confronti dello Stato tedesco e c'è l'aspettativa di un riconoscimento economico a favore dei territori e delle comunità colpite».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro