Menu

Niente accordo, la Nazareno se ne va

La Polisportiva di Carpi perde il braccio di ferro con la scuola alberghiera: dovrà traslocare entro maggio dalla sede di via Peruzzi

Dopo quasi un quarto di secolo la Società Polisportiva Nazareno si avvia mestamente a lasciare la sua storica sede di viale Peruzzi. La palestra torna così sotto l’ala della proprietà: l’Istituto Scuola Alberghiera Nazareno, amministrato da don Andrea Zuarri. Fino a qualche tempo fa si era pensato che alla richiesta di sfratto potesse essere trovata una soluzione, ma non c’è stato nulla da fare.

«Troppo alto il canone d’affitto richiesto dall’Istituto - commenta Massimo Ariani, consigliere della polisportiva -, così non ci resta che sgomberare. Entro l’ultimo giorno di maggio dovremo avere vuotato palestra e uffici. Il problema a questo punto è che non sappiamo dove mettere il nostro archivio, le attrezzature, le coppe...».

Per l’immobile si chiude una lunga fase iniziata alla fine degli anni ‘60, quando a schiacciare a canestro ci pensavano i giocatori dell’allora polisportiva Kennedy. «In questa palestra - ricorda Ariani - si allenavano anche, nelle pause delle loro lezioni nelle scuole carpigiane, i campioni di pallavolo Giovenzana e Nannini. Senza dimenticare il grande Kobe Bryant che ancora bambino venne a farci visita con suo papà giocatore in Italia». L’amarezza da parte dei dirigenti della Nazareno, circa 700 ragazzi iscritti, è grande anche se c’è ancora qualcuno che, in cuor suo, spera in un ravvedimento da parte dell’Istituto Alberghiero. «Sogno sempre - sospira Ariani - che un giorno arrivi la telefonata di don Andrea che ci dice: “abbiamo cambiato idea, potete restare nella palestra”». Più pragmatici, invece, il presidente della polisportiva, Andrea Pavarotti e il responsabile della sezione pallacanestro, Davide Testi: «Abbiamo preso atto della situazione - dicono - e stiamo lavorando per trovare soluzioni che garantiscano un futuro alla società sportiva. Con la collaborazione del Comune, che ci ha sempre sostenuto, siamo convinti che anche questa fase sarà superata senza troppi problemi».

In effetti, oltre al problema del magazzino dove poter sistemare ufficio e archivio, resta da capire dove la Polisportiva Nazareno riprenderà l’attività a settembre. Quali le opzioni? «La struttura di via Canalvecchio a Cibeno Pile - commenta Ariani - sarà pronta più tardi, quindi presumo che momentaneamente

ci verrà data la possibilità di utilizzare la nuova palestra che la protezione civile realizzerà nell’area di via Industria». Intanto all’interno della società si è aperto un dibattito: mantenere lo stesso nome “Nazareno”, o cambiare per chiudere definitivamente con il passato?

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro