Menu

FINALE EMILIA

Andrea Adriatico rilegge le premonizioni di Koltès

"Conoscevo questo quartiere, una volta. Cercavo un posto che mi somigliasse". Maurice è un uomo d'affari che vuole suicidarsi buttandosi in un fiume. Siccome è maldestro si fa accompagnare da una...

"Conoscevo questo quartiere, una volta. Cercavo un posto che mi somigliasse". Maurice è un uomo d'affari che vuole suicidarsi buttandosi in un fiume. Siccome è maldestro si fa accompagnare da una donna che guida la sua Jaguar fino alla sponda del fiume, in un quartiere abbandonato, vicino a un hangar derelitto, in una notte d'inchiostro. "Quai Ouest" di Koltès, firmato nella regia da Andrea Adriatico da questa sera in scena in prima assoluta (fino a lunedì ore 21:30 Piazza Garibaldi, Finale Emilia), è il testo tragico che affronta i temi più vibranti presenti nel suo teatro (scambi, commerci,

traffici) capaci di ruotare attorno alla dolorosa condizione in cui vivono gli immigrati privi di permesso di soggiorno. Tutti coloro che poggiano i piedi su terreni malfermi, tanto che Adriatico lo dedica "agli aquilani (suoi concittadini), agli emiliani e a chi trema".

Agnese Doria

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro