Menu

Quattro detenuti diventano bibliotecari

Lavoreranno alla Delfini di Modena sulla base di un accordo raggiunto tra il Comune e la casa circondariale di Sant’Anna

MODENA. Quattro detenuti carcere Sant'Anna di diventeranno per sei mesi addetti della biblioteca comunale. Il progetto, nato in collaborazione tra il Comune e la Casa Circondariale, prevede l'inserimento a titolo volontario di quattro detenuti per due giorni settimanali ognuno, nell'organico della Biblioteca Delfini. I detenuti svolgeranno dopo un apposito percorso di formazione piccoli interventi necessari alla conservazione ed al prestito librario, come la timbratura dei libri, l'archiviazione della modulistica e il presidio del punto informativo all'ingresso della biblioteca per dare una risposta alle domande di orientamento logistico degli utenti.

Non è la prima volta che tra le biblioteche comunali e la casa Circondariale modenese si attua una collaborazione, anzi, il rapporto tra i due enti prosegue dal 1978 con la gestione delle biblioteche interne al carcere e attraverso la presenza di un operatore delle biblioteche comunali che, a cadenza settimanale, si reca nella struttura per gestire il prestito. Una collaborazione che diventa, ora, qualcosa in più: «La sperimentazione arriva al seguito di incontri e riflessioni

con la nuova direzione del carcere- spiegano dall'assessorato alla cultura- che è intenzionata a dar corpo ad idee di una giustizia riparativa e non punitiva». Percorsi nuovi che hanno visto già otto detenuti al lavoro nell'emergenza terremoto e altri prestare assistenza al Charitas.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro