Menu

solidarietÀ

Tornano i bimbi Sahrawi, previsti anche esami e cure

Sono arrivati a Modena 22 bambini provenienti dai campi profughi Sahrawi, per vivere due mesi di accoglienza estiva presso i Comuni di: Campogalliano, Carpi, Castelfranco, Formigine, Medolla, Montese,...

Sono arrivati a Modena 22 bambini provenienti dai campi profughi Sahrawi, per vivere due mesi di accoglienza estiva presso i Comuni di: Campogalliano, Carpi, Castelfranco, Formigine, Medolla, Montese, Nonantola e Palagano.

I bambini sono accolti dai volontari dell’Associazione “Kabara Lagdaf” che, con il sostegno degli Enti locali, organizzano attività ludiche e ricreative, dando loro la possibilità di fare un controllo sanitario completo attraverso un protocollo di visite sanitarie concordate con l’assessorato alla Sanità dell’Emilia-Romagna (in particolare: visita pediatrica generale, oculistica, otorinolaringoiatria e dentistica).

Tra i bambini, c’è chi torna a Modena per la seconda volta per completare interventi sanitari sulla base degli accertamenti effettuati l’estate precedente. In particolare, vengono curati presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria

di Modena i piccoli affetti da calcolosi renale, patologia rara in età pediatrica ma non presso i campi profughi dove la carenza di acqua potabile e di prodotti freschi portano al rischio della perdita dei reni.

Questi interventi sono in collaborazione con l’Associazione With you.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro