Menu

In 34 comuni si dovrà pagare la mini-Imu

Il governo intenzionato a chiedere la differenza tra il prelievo locale e quello standard a chi ha ritoccato l’imposta nel 2012.

Chi a Modena e provincia credeva di essere al sicuro dallo “spettro” dell’Imu, o mini-Imu come è già stata ribattezzata, rischia di doversi ricredere.

Le ultime indicazioni riportate dal Sole 24 Ore con tanto di elenchi, parlano di ben 2375 comuni che saranno chiamati a inviare ai propri cittadini le richieste di pagamento di una quota dell'Imu residua, perché la loro aliquota, nel 2012 o nel 2013, si è alzata rispetto al parametro standard del 4 per mille.

Una prospettiva che sta creando non poca apprensione in ben 34 comuni della nostra provincia. Questo perché, se nel 2013, di fatto, nella nostra provincia praticamente nessuno ha messo mano alle aliquote, nel 2012 in tutti e 34 i comuni l’aliquota è stata aumentata dal 4 per mille in su. Quindi teoricamente in questi comuni i trasferimenti statali si fermerebbero al 60%, il 40% dei trasferimenti mancanti toccherà ai comuni trovarli attraverso i versamenti dei cittadini. Dovrebbe trattarsi di poche decine di euro, a famiglia. Denaro che chiunque farebbe ben volentieri a meno di spendere.

La base di calcolo è stata determinata dalla differenza fra l’imposta prodotta dall’aliquota effettiva e quella che si sarebbe determinata con aliquota al 4 per mille. Non tutto l’importo però sarà a carico del contribuente, perché i governo attraverso l’aumento una tantum di acconti e Ires per banche e assicurazioni. Da qui si è arrivati a trovare le risorse per coprire il 60% della differenza. Il resto toccherà ai cittadini.

Come si può vedere nella tabella qui sopra, che riporta i comuni che nel 2012 hanno messo mano alle aliquote Imu sulla prima casa sono quasi tutti quelli della nostra provincia: dall’Appennino alla Bassa, passando per Modena, Carpi, Nonantola. Quindi in questi comuni i cittadini saranno chiama a versare la mini-Imu.

Una prospettiva che i sindaci modenesi non vogliono nemmeno prendere in considerazione. In tanti ieri leggendo queste ipotetiche proiezioni sono saltati sulla sedia. In attesa di documenti ufficiali nessuno vile rilasciare commenti, ma l’aria che tira è che se davvero il governo limiterà al 60% i trasferimenti, i sindaci insieme all’Anci saranno pronti a scendere a Roma per manifestare arrivando anche a riconsegnare fascia e chiavi della città per protesta.

Comuni Provincia Modena dove si dovrà pagare:
 
Bastiglia (5,00)
Bomporto 5,00
Campogalliano 5,20
Camposanto 5,00
Carpi 5,00
Castelfranco Emilia 5,50
Castelnuovo Rangone 4,50
Castelvetro Modena 4,90
Cavezzo 4,50
Fiumalbo 5,00
Formigine 5,50
Frassinoro 4,50
Guiglia 4,50
Maranello 5,00
Marano sul Panaro 5,50
Modena 5,20
Montecreto 5,00
Nonantola 5,30
Novi di Modena 5,00
Palagano 4,50
Pievepelago 5,00
Ravarino 4,80
Riolunato 5,00
S.Cesario sul Panaro 5,50
San Possidonio 5,00
San Prospero 5,00
Sassuolo 5,00
Savignano Panaro 5,10
Serramazzoni 4,50
Sestola 5,00
Soliera 5,00
Spilamberto 4,90
Vignola 4,90
Zocca 5,00

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro