Menu

Federconsumatori avvisa: «Attenti ai venditori Enel»

Wainer Rustichelli: «Centinaia di reclami contro i contratti “Libero Mercato” Diffidate di chi vi chiede la bolletta senza prima avere spiegato bene le offerte»

«Sta diventano una piaga sociale ed è nostro dovere informare la popolazione sul modo di agire profondamente scorretto di certe squadre di venditori». Federconsumatori, per voce di uno dei suoi responsabili locali, Wainer Rustichelli, estrae dallo scaffale i faldoni di reclami e proteste. Sono tutte dirette a “Enel Mercato Libero”. «Non si tratta di truffa - dice Rustichelli, volontario tra i più impegnati nella tutela dei cittadini consumatori - ma di “scorrettezze” ad alto livello e particolarmente odiose perché spesso vengono commesse a danno di persone anziane». Secondo Federconsumatori nell’arco di quest’anno sono oltre mille le persone che si sono trovate invischiate in questa situazione. Si tratta di trovarsi, senza avere fatto alcuna firma, cliente di “Enel settore non tutelato”. «Queste squadre di venditori senza scrupoli assoldati da agenzie milanesi - spiega Rustichelli - si presentano a casa dei cittadini mostrando il distintivo Enel, marchio inconfondibile. Tutti i carpigiani, ovviamente, di fronte a una simile presentazione aprono la porta. Così viene chiesto loro di visionare l’ultima bolletta Enel da cui i venditori rilevano e trascrivono sulle loro schede il codice cliente con cui si ha accesso a tutti i dati dell’utente. I venditori, per farsi mostrare la bolletta, di solito dicono di avere offerte e sconti particolari. Una volta trascritto il codice i procacciatori di “affari” spariscono. Dopo qualche mese - continua Rustichelli - l’utente si vede recapitare un nuovo contratto di fornitura di energia e spesso anche di gas domestico. Purtroppo si trovano anche a constatare che il risparmio è tutto da dimostrare...».

«Noi di Federconsumatori - continua il responsabile - ammettiamo che un venditore faccia una proposta, ma deve essere impostata in modo corretto. In certi casi invece si tratta di una vera e propria scorrettezza. Il contratto vale anche se manca la firma? Certo perché risulta come accordo verbale. Salvo poi che in decine e decine si rivolgono a noi per chiedere di tornare al vecchio contratto di “Enel mercato tutelato”». Federconsumatori invita i cittadini interessati ad ascoltare le proposte di Enel Mercato Libero a non mettere nelle mani dei venditori le bollette. Solo dopo una valutazione attenta della proposta si potrà, in modo consapevole, aderire alla proposta. «Vi sono venditori - conclude Rustichelli - che, secondo quanto

ci viene riferito, hanno atteggiamenti aggressivi: non fateli entrare in casa e chiamate le forze dell’ordine». Enel come risponde alle accuse? «I venditori - dice l’azienda - devono attenersi a un rigido codice deontologico e chi sgarra viene allontanato. Per reclami telefonare all’800900860».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro