Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Si alza il sipario del Comunale

Rassegne di cinema, prosa in dialetto e spettacoli rivolti a giovani, scuole e famiglie

BOMPORTO. Dopo la riapertura del cinema con uno dei film di maggior successo dell'anno, “Sole a catinelle” di Checco Zalone, Pietro Mazzotta di Tir Danza, in accordo con il Comune, presenta le nuove rassegne di cinema, teatro dialettale e teatro ragazzi per il Comunale di Bomporto e intensifica l'attività del 2014 con proposte esclusive per i giovani e per le famiglie perché, come afferma il sindaco Alberto Borghi: «Le difficoltà economiche delle famiglie si ripercuotono molto spesso, se non ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BOMPORTO. Dopo la riapertura del cinema con uno dei film di maggior successo dell'anno, “Sole a catinelle” di Checco Zalone, Pietro Mazzotta di Tir Danza, in accordo con il Comune, presenta le nuove rassegne di cinema, teatro dialettale e teatro ragazzi per il Comunale di Bomporto e intensifica l'attività del 2014 con proposte esclusive per i giovani e per le famiglie perché, come afferma il sindaco Alberto Borghi: «Le difficoltà economiche delle famiglie si ripercuotono molto spesso, se non immediatamente, nella dimensione del tempo libero. L'amministrazione è impegnata in prima linea nel cercare di mettere a disposizione, attraverso l'Unione e altri servizi alla persona, strumenti per riuscire a tamponare questa difficile situazione. Allo stesso tempo riteniamo importante continuare ad investire nella sala Cinema-Teatro cercando di mettere a disposizione della cittadinanza un programma soprattutto per famiglie e giovani, oltre alla rassegna di teatro dialettale che si rivolge principalmente ad un pubblico adulto. L'obiettivo è dare opportunità a tutti per stare assieme e allo stesso tempo fare cultura». È con il Cinema che si delinea il primo importante progetto messo in atto insieme al Comune, la digitalizzazione, ossia l'acquisizione delle moderne attrezzature per la riproduzione di film, in modo da rimanere al passo con i tempi e garantire una miglior qualità nella proiezione dei lungometraggi.

Così può proseguire la Rassegna di Cinema che tutti i venerdì offre titoli, tra i più diffusi e apprezzati, per un pubblico adulto, mentre a domeniche alternate c'è spazio per i cartoni animati. Escono da questo schema le visioni dedicate ai più piccoli del 1 gennaio, “Cattivissimo me 2”, e quella del 6 gennaio, “Free Birds - Tacchini in fuga”, che in occasione dell'Epifania è ad ingresso gratuito. Si prosegue venerdì 10 gennaio con “Rush”, il film dedicato alla formula 1, in particolare alla rivalità tra i piloti James Hunt e Niki Lauda, e venerdì 17 gennaio con “Una piccola impresa meridionale”, di e con Rocco Papaleo. La rassegna termina a metà aprile.

Da gennaio torna, come di consueto, Il Sabato del Dialettale, rassegna curata da Gualtiero Ferrari. Sei gli spettacoli in programma, tutte commedie brillanti all'insegna del buonumore con disavventure, equivoci e caratteri tipici della nostra pianura. Si parte l'11 gennaio con “Le pillole d'Ercole-(Mò che fàt calòr...che..sbrusia!!!!)” di La Quérza ed Ganazé di Ganaceto, il 1 febbraio la Compagnia In fen cla dura di Ravarino presenta “Chelò an mur gnanc a cuperel!! Azident!”, sabato 15 è la volta de La Filodrammatica Culturale Pievese e Il Teatro del Reno di Cento in “Un persiàn dla pìv”, il 1 marzo la Compagnia Piàza Grànda di Modena si esibisce in “Chi va al mulein al s'infareina”, mentre il 15 marzo Gli Artristi, di San Cesario sul Panaro, propongono “L'ustaria ed San Pèvel e tri Rè” e per finire sabato 29 marzo la Compagnia Tra Sàcia e Panèra di Modena inscena “Totà colpa d'na clausola - (Parlami d'amore Mariù)”.

Di rappresentazioni si parla ancora con Scuola@Teatro, la stagione studiata appositamente per le Scuole dell'Infanzia, Materne, Primarie e Secondarie di I° grado. Perché il teatro cattura l'attenzione, coinvolge, fa maturare e insieme diverte. Con “La coperta di Natale”, andato in scena il 12 dicembre, è stato affrontato il tema della festività e delle parole, filastrocche, canzoni ad essa collegate. Fino a maggio, poi, il pubblico dei piccoli potrà assistere a spettacoli dedicati alle favole, come “La Bella e la Bestia” della compagnia Il baule volante (giovedì 13 febbraio) e “Cenerentola” ideata da Factory ed Elektra con il sostegno produttivo di Tir Danza (venerdì 7 marzo) in cui gli attori trasformano le storie già note in realtà insolite fatte di suoni, parole e movimento, rielaborano i contenuti e portano alla luce i significati nascosti delle fiabe; ad eventi originali come “La storia del Rock” (giovedì 20 marzo), un itinerario musicale raccontato e suonato interamente dal vivo dai Flexus, partendo dalle radici del blues americano d'inizio secolo e attraversando cinquant'anni di cambiamenti musicali culturali e “PAM! Parole a Matita” di Luna e Gnac (martedì 28 gennaio e martedì 25 febbraio) per giocare con il vocabolario e imparare a leggere e scrivere attraverso un teatro fatto di immagini; a recite sulla diversità, “Diversi?” appunto, della compagnia Controluce (giovedì 3 aprile) e sulla famiglia, “Mamma Sale Papà Pepe” di compagnia Elsinor (martedì 6 maggio) che offre la possibilità di una rivisitazione positiva del proprio arrivo sulla scena dell'umanità.

Per quanto riguarda i nuovi progetti, sono in fase di programmazione altre due rassegne: una di cinema per giovani con titoli mirati e una di teatro per le famiglie che si svolgerà la domenica pomeriggio. Questo grazie anche all'impegno del sindaco Alberto Borghi che crede molto nelle potenzialità culturali e ricreative del teatro e del cinema.

Biglietti e abbonamenti. Il costo per il cinema per quanto riguarda i biglietti è di 5 euro l’intero, 4 il ridotto. Il 6 gennaio film ad ingresso gratuito per l'Epifania. Gli abbonamenti costano 20 euro per cinque film, il ridotto 15. Teatro Dialettale: abbonamenti a sette spettacoli: intero 33 euro, ridotto 27. Biglietto intero a 7 euro e ridotto a 5. Informazioni: cinema teatro Comunale via Verdi 8, tel. 059.8170343 (biglietteria in orario spettacoli) - Tel. 059.303696 (mattino ore 11-14)