Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

I 5 Stelle: «Lavori sull’alveo del torrente, poca chiarezza»

CASTELVETRO. Proseguono a Castelvetro le polemiche sull’area dell’ex Frattina, in cui sono stoccati oltre 30 mila metri cubi di rifiuti ceramici altamente inquinanti, e su alcune aree vicine tra cui...

CASTELVETRO. Proseguono a Castelvetro le polemiche sull’area dell’ex Frattina, in cui sono stoccati oltre 30 mila metri cubi di rifiuti ceramici altamente inquinanti, e su alcune aree vicine tra cui quella sulla quale è in atto uno sbancamento. In questi giorni, come è noto, l’associazione Oipa (Organizzazione Nazionale Protezione Animali), sulla base delle proprie prerogative di polizia giudiziaria, ha posto sotto sequestro il sito, generando altre discussioni tra favorevoli e contrari. Co ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CASTELVETRO. Proseguono a Castelvetro le polemiche sull’area dell’ex Frattina, in cui sono stoccati oltre 30 mila metri cubi di rifiuti ceramici altamente inquinanti, e su alcune aree vicine tra cui quella sulla quale è in atto uno sbancamento. In questi giorni, come è noto, l’associazione Oipa (Organizzazione Nazionale Protezione Animali), sulla base delle proprie prerogative di polizia giudiziaria, ha posto sotto sequestro il sito, generando altre discussioni tra favorevoli e contrari. Contestualmente, il gruppo consigliare di minoranza del Movimento 5 Stelle, guidato da Filippo Gianaroli, ha aperto un altro fronte di polemica. «L’argomento – spiegano i pentastellati – è la rimodellazione dell’alveo del torrente Tiepido, in corrispondenza del Sito di Interesse Nazionale Frattina. Alla nostra interrogazione riguardo la mancanza totale delle informazioni obbligatorie per legge sul cantiere aperto e gestito dal Comune di Castelvetro di Modena, non hanno risposto i tecnici responsabili pagati per questo ruolo. Ha risposto il segretario comunale. Perché? Vista la risposta, se prima avevamo un dubbio sulle competenze del “competente ufficio comunale”, ora abbiamo una certezza: il competente ufficio comunale ha avviato e gestito un cantiere in modo pressapochista. Come hanno fatto gli assessori a valutare il progetto se il progetto non c’è? Come hanno fatto a valutare la spesa se non sono esplicitate le attività da farsi? Come hanno fatto a verificare la correttezza della gestione del cantiere? Come hanno fatto a verificare che i lavori effettuati sono quelli richiesti se non hanno un progetto?».

Dall’altra parte, nella sua risposta all’interrogazione grillina, il segretario comunale di Castelvetro Rosario Napoleone aveva risposto: «Non sono stati realizzati e depositati progetti in quanto si tratta di lavori di ordinaria manutenzione consistenti nella risagomatura di un piccolo tratto del Torrente Tiepido attraverso una pala meccanica, senza asportazione di materiale dall’ambito demaniale, al fine di riportare al centro dell’alveo il naturale corso d’acqua del Torrente Tiepido, per l’esecuzione dei quali il Servizio Tecnico dei Bacini degli Affluenti del Po ha espresso parere favorevole il 18 luglio 2014. Data la necessità di intervenire con urgenza, e trattandosi di una manutenzione di piccola entità, si è affidata l’esecuzione dei lavori alla ditta F.lli Orlandi srl con sede a Castelvetro, avendo questa già svolto interventi similari ed essendo di comprovata esperienza nel settore».

Marco Pederzoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA