Quotidiani locali

modena

Torna Mutina Boica quattro giorni di storia e battaglie

Fino a domenica rievocazioni, accampamenti e teatro al parco Ferrari e Novi Ark. L’anno scorso 35mila presenze

Da oggi a domenica andrà in scena la sesta edizione di “Mutina Boica”, dedicata alla guerra di Modena del 43 a.C, nel bimillenario della morte d Augusto, organizzata dall'associazione Aes Cranna con la collaborazione e il patrocinio dei Musei Civici e della Soprintendenza per i beni archeologici dell'Emilia Romagna, con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Modena.

Mutina Boica: un assaggio dell'evento Alcune immagini delle precedenti edizioni della rievocazione storica Mutina Boica che anche questo fine settimana tornerà a Modena al parco ferrari e non solo con una serie di eventi e ricostruzioni da non perdere. Video da YouTube

Conferenze, teatro, laboratori, musica, rievocazioni e ricostruzioni di battaglie con costumi d'epoca saranno i protagonisti delle giornate di questo evento, che ha come sfondo, ma anche protagonista, la città di Modena.

Ma cos'è stato il bellum mutinense che è al centro delle iniziative e delle rievocazioni di "Mutina Boica"? Le cause che hanno portato alla guerra di Modena derivano dal vuoto di potere che si venne a creare dopo l'assassino di Cesare nel 44 a.C. I due contendenti, Antonio e Ottaviano (figlio adottivo ed erede di Cesare) si scontrarono prima in campo aperto lungo la via Emilia presso Castelfranco Emilia (Forum Gallorum), poi presso il quartier generale di Marco Antonio, attestato ad Ovest di Mutina. La guerra si concluse il 20 aprile del 43 a.C., quando il campo di Antonio venne definitivamente espugnato e Mutina liberata dall'assedio. Un episodio non molto conosciuto, neanche tra gli appassionati della storia, “ma che fa riscoprire le radici di Mutina conosciuta nell'antichità per l'importanza commerciale e manifatturiera e per la sua vitalità - spiega Giampiero Cavazza, assessore a Cultura - Una città che anche oggi deve ritrovare quelle qualità che sono nel suo Dna, di cui deve andare orgogliosa, per riaffermare con convinzione il suo valore”. Grande quindi il valore storico che questo episodio ha portato alla città, come grandi sono state le edizioni passate, ricche di eventi e di appuntamenti. Solo nell'edizione del 2013 Mutina Boica ha fatto registrare 35mila presenze, nelle quattro giornate di appuntamenti gratuiti, mentre 400 sono stati i rievocatori coinvolti, provenienti da tutta Italia e dall'estero, che si sono fermati a Modena per tutta la durata del Festival.

Mutina Boica/ La guerra tra Celti ed Etruschi Le suggestiva immagini della rievocazione storica che si è svolta nel 2013  al Parco Ferrari davanti a centinaia di persone. E' andata in scena la ricotruzione della guerra tra Etruschi e Celti nel nord Italia. Video Servizio Gino ESPOSITO

L'edizione 2014 sarà ancora più ricca di appuntamenti, che coinvolgeranno di nuovo 400 “attori”, che si muovono da tutta Italia sull'onda dell'entusiasmo; un pubblico trasversale di tutte le fasce di età; studiosi e artigiani “specializzati” nelle rievocazioni; aziende alimentari che propongono cibi e pietanze d'ispirazione storica. Tanti gli appuntamenti in programma, a partire da domani alle 21, quando al Novi Ark andrà in scena "Cesare III Millennio", ispirato al Giulio Cesare di Shakespeare, messo in scena con la regia di Tony Corntartese (in caso di maltempo alla Tenda).

Giovedì apriranno gli accampamenti e i mercatini dei rievocatoti di costume al parco Ferrari, che sarà inoltre teatro di numerosi concerti, laboratori e stand gastronomici, come anche delle due grandi battaglie. La prima si terrà sabato alle 22, e rievocherà quella del "Forum Gallorum", mentre la seconda domenica alle 17.30, che ripercorrerà la grande battaglia campale di Mutina, introdotta da Valerio Massimo Manfredi. Inoltre sabato, alle 15, a Palazzo Musei si svolgerà l'incontro con lo storico Luciano Canfora, "Augusto, tutto cominciò da Modena", mentre al parco archeologico Novi Ark inizieranno visite guidate con archeologi sulla storia di Modena, lungo la strada romana riportata alla luce.

Beatrice Ferrari

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon