Quotidiani locali

Alla trattoria aldina

Un “delitto benefico” per la Casa di Fausta

Una cena con l’assassino messa in scena dalla compagnia Cicuta per il progetto Aseop

Una cena fra amici, organizzata con il passaparola tra colleghi di lavoro e conoscenti, per stare insieme, giocare a scoprire chi sia l’assassino di un intrigante giallo e gustare la genuinità di ogni portata della magica trattoria Aldina di via Albinelli. E in più, come se non bastasse oltre al piacere di una serata riuscita, anche quello di fare del bene, di aiutare l’Aseop nel progetto Casa di Fausta, la struttura nata per ospitare le famiglie i cui bambini hanno problemi oncoematologici.

Genuinità dunque. Questa è stata la formula vincente dell’altra sera: una settantina di persone a tavola, una serata di risate e di gioco, e poi, saldato il conto finale, la cifra, tutta intera senza alcuna sottrazione di sorta, è stata versata dallo staff dell’Aldina all’Aseop. E mentre c’era chi si cimentava nell’affrontare con passione tortelloni fumanti, i simpaticissimi attori della compagnia teatrale modenese Cicuta, specializzata nelle serate ad intrattenimento, in particolare nelle cosiddette cene con delitto, impersonificavano i vari personaggi del giallo proposto. Una gara ad indovinare l’assassino riuscita e coinvolgente.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon