Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Guccini, Bonfatti e i fumettisti fanno grande il Panathlon

Un ospite straordinario come Francesco Guccini a fianco di Panathlon Club Modena e dei fumettisti modenesi, per una raccolta fondi da destinare ai bambini e alle scuole dei Comuni colpiti dai...

Un ospite straordinario come Francesco Guccini a fianco di Panathlon Club Modena e dei fumettisti modenesi, per una raccolta fondi da destinare ai bambini e alle scuole dei Comuni colpiti dai terremoti del 2012. La serata, che si è tenuta sabato sera all'agriturismo Del Papa di Pozza di Maranello, è stata introdotta da un saluto di Maria Carafoli ed Ennio Cottafavi, presidente e vice presidente del Panathlon Club Modena, che hanno ricordato le iniziative e i progetti di beneficenza nei quali ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Un ospite straordinario come Francesco Guccini a fianco di Panathlon Club Modena e dei fumettisti modenesi, per una raccolta fondi da destinare ai bambini e alle scuole dei Comuni colpiti dai terremoti del 2012. La serata, che si è tenuta sabato sera all'agriturismo Del Papa di Pozza di Maranello, è stata introdotta da un saluto di Maria Carafoli ed Ennio Cottafavi, presidente e vice presidente del Panathlon Club Modena, che hanno ricordato le iniziative e i progetti di beneficenza nei quali è impegnato il club modenese e ringraziato i soci e gli ospiti presenti (tra questi Guido De Maria, uno dei “papà” di Carosello e Supergulp). Durante l'evento sono stati venduti stupendi “mattoni d'autore”, cioè decorati da celebri fumettisti, artisti emergenti o anche semplici appassionati, che hanno voluto così abbellire uno dei simboli dei terremoti che hanno colpito la Bassa modenese quasi tre anni fa. L’iniziativa vuole donare il ricavato alle scuole terremotate, oltre alla costruzione a Medolla di un “bigliodromo”.