Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Aperte le nuove medie di San Prospero

Lavori conclusi in tempo per il primo giorno di scuola dopo la ricostruzione, sistemato anche l’asilo

SAN PROSPERO. Dopo tre anni San Prospero ha riaperto le porte delle scuole medie e della scuola d’infanzia. Per quanto riguarda le medie più che una riapertura è stata una nuova apertura in quanto le scuole sono state ricostruite, dopo la demolizione delle vecchie. La struttura intitolata a “Papa Giovanni XXIII”, ospita 12 classi più 5 di didattica per un totale di 17 aule e 195 alunni circa. Una promessa, come spiega il sindaco Sauro Borghi, che il Comune ha fatto lo scorso anno e che adess ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN PROSPERO. Dopo tre anni San Prospero ha riaperto le porte delle scuole medie e della scuola d’infanzia. Per quanto riguarda le medie più che una riapertura è stata una nuova apertura in quanto le scuole sono state ricostruite, dopo la demolizione delle vecchie. La struttura intitolata a “Papa Giovanni XXIII”, ospita 12 classi più 5 di didattica per un totale di 17 aule e 195 alunni circa. Una promessa, come spiega il sindaco Sauro Borghi, che il Comune ha fatto lo scorso anno e che adesso è realtà: «Sappiamo benissimo che sono passati tre anni di attesa e ritardi - aggiunge Borghi - non ci vogliamo nascondere ma adesso siamo qui e oggi tagliamo il nastro delle nuove scuole».

Scuola festa per le nuove medie di San Prospero

Il sindaco ha ringraziato tutti per il grande impegno, dalle insegnanti alla direttrice didattica Raffaela Pellacani fino all’impresa Fratelli Baraldi che in tempi record ha portato a termine l’edificio, opera finanziata dalla Regione per un totale di 3milioni di euro.

San Prospero in festa per la nuova scuola

«Questa è la prima scuola in tutta l’area del cratere - aggiunge il vicesindaco Enrico Scannavini - ad essere stata ricostruita secondo i canoni delle scuole normali e non in deroga». Anche le insegnanti e la direttrice didattica sono molto contente della struttura che porterà parecchie novità come spiega la direttrice Pellacani: «Abbiamo un ampio laboratorio musicale, linguistico e tanti nuovi progetti tra cui “Scuole aperte”, in collaborazione con altri quattro comuni della Bassa».

San Prospero: che festa per il nuovo asilo

Oltre alle medie anche la scuola d’infanzia "Il girotondo" ha accolto ieri tanti piccoli futuri alunni in un edificio ristrutturato dopo il sisma.

La scuola è stata anche ampliata permettendo l'inserimento di una quarta sezione e anche un ampio spazio verde esterno. I lavori sono stati realizzati grazie alle donazioni post sisma (250mila euro) e ad un contributo del Comune (200mila euro).

Serena Fregni