Quotidiani locali

Uomini al servizio degli animali, questione di... Anima

L’associazione si occupa di aiutare creature in difficoltà e dà informazioni anche su vivisezione e randagismo

CONCORDIA. A Concordia sulla Secchia è attiva Anima Animale, una onlus che promuove la cultura del benessere animale e sensibilizza le persone su vari temi come la vivisezione e il randagismo. «Ci occupiamo anche di aiutare gli animali in difficoltà delle province di Modena e Mantova, aiutando i cani in cerca di adozione, le colonie feline, facciamo preaffidi per cani provenienti dal sud Italia e raccogliamo materiale vario per aiutare i rifugi in difficoltà, consigliamo chi non sa come comportarsi nei casi di maltrattamento di animali collaborando con le guardie eco zoofile, e c'è anche una stretta collaborazione con gli educatori cinofili di Dogs on the Road che ci danno il loro supporto nel recupero di cani maltrattati e con problemi comportamentali», spiega la vice presidente Lara Dalloli. Sono circa una ventina i volontari che svolgono a turni le varie attività, dal giro delle colonie feline, al recupero di materiale, alla gestione dei preaffidi, alla condivisione di appelli per cani e gatti in cerca di adozione. «Abbiamo scelto di fondare questa associazione per poter fare la differenza in quella che è la promozione del benessere animale e in modo particolare per la promozione della cultura cinofila creando progetti sul territorio in collaborazione con altre associazioni, per sensibilizzare il maggior numero di persone in modo da creare un effetto domino affinché informazioni, punti di riferimento e leggi siano condivisi e conosciuti sul territorio», afferma il presidente Riccardo Artuso. Circa un anno fa l'associazione è stata contattata da un sindaco del Basso mantovano per un caso di un signore in possesso di trenta cani non più in grado di mantenerli e curarli: «La situazione stava degenerando e per i cani si sarebbero aperte le porte del canile - racconta Lara - In meno di 2 mesi abbiamo fatto adottare 22 cani! Visite dal veterinario, acquisto dei medicinali, acquisto del cibo per i cani, costruzione di recinti, abbiamo fatto una raccolta di materiale necessario come cucce e coperte e organizzato una cena di beneficenza per raccogliere i fondi necessari per coprire un po' delle spese e per permettere al signore di mantenere gli 8 cani anziani rimasti con lui. È stato impegnativo sia dal punto di vista fisico che psicologico ma vedere questi cani felici nelle loro nuove famiglie ci ha ripagato degli sforzi fatti. Nell'ultimo periodo ci siamo focalizzati molto sulla condivisione della cultura cinofila organizzando insieme agli educatori cinofili di Dogs on the Road un corso per educatori cinofili e fondando un progetto denominato

“Un educatore per amico” in cui gli educatori cinofili offrono gratuitamente il loro supporto per il recupero comportamentale di cani provenienti da maltrattamenti in attesa di adozione - concludono i volontari - Entrambi abbiamo votato la vita agli animali».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon