Quotidiani locali

Castelfranco, bimba di 4 anni uccisa da una lastra di marmo. Il nonno: "Era attaccata con lo sputo..."

Giulia Tabacchi di 4 anni si aggrappa al marmo del caminetto del salone che si stacca e le cade sulla testa uccidendola sul colpo. La tragedia davanti al fratello di 8 anni.

CASTELFRANCO. Un tragico incidente domestico. E' quello avvenuto mercoledì sera in località Cavazzona di Caselfranco.   Giulia Tabacchi una bambina di 4 anni,  è morta ieri sera alle 19 nel salone di casa sua mentre giocava in una sala davanti al caminetto. La tragedia è avvenuta in una palazzina di via Boldrini.

Castelfranco, bimba morta schiacciata. Il nonno "La lastra di marmo attaccata con lo sputo..." Una bambina di 4 anni, Giulia Tabacchi, morta a Cavazzona di Castelfranco Emilia, nel Modenese, colpita in testa da una lastra di marmo del caminetto di casa. Dalle prime ricostruzioni, sembra che intorno alle 19 la piccola stesse giocando con il fratello di otto anni e si sia aggrappata alla mensola del camino. Da questa si sarebbe staccata la lastra che poi l'ha travolta. Nel video il nonno racconta l'accaduto e spiega come quella lastra non fosse stata attaccata bene al caminetto. Video di Gino Esposito

Secondo la ricostruzione, la piccola si stava aggrappando alla mensola del camino da dove si è improvvisamente staccata la lastra di marmo che costituiva pare della cornice del camino, che le è caduta in testa spezzandole il collo. Ad assistere, impotente, alla tragedia il fratello di 8 anni. Per la piccola non c'è stato nulla da fare

IL RACCONTO DEL NONNO. "Stava giocando... Aveva acceso la musica e ballava, probabilmente si è attaccata a quella cornice di marmo attorno al camino che è caduta addosso e le è atterrata sul collo..." Così il nonno ha riferito ai giornalisti assiepati davanti alla casa in cui si è consumata la tragedia. "Quella cornice l'ho vista... era attaccata con lo sputo... - ha commentato il nonno della piccola - Con del silicone. Chi l'ha messa avrebbe dovuto pensare che prima o poi si sarebbe potuta staccare"

LA DISPERAZIONE DEI GENITORI. I genitori si trovavano al piano di sopra intenti alle attività domestiche prima della cena. Ad attirare mamma e papà è stato il rumore provocato dalla lastra di marmo. Immediata la corsa al piano sottostante e poi la macabra, tragica scoperta. Sul posto si sono recati i carabinieri che hanno assistito ai drammatici tentativi dei medici di rianimare la piccola.

TRAGICA FATALITA'. Purtroppo per lei, non c'è stato nulla da fare. Il medico legale ha constatato il decesso. Il pubblico ministero Enrico Stefani ha avviato tutti gli accertamenti del caso, ma non ci sono dubbi di alcun genere di fronte al fatto di trovarsi di fronte ad una drammatica quanto tragica fatalità. 

IL LUTTO DELLA COMUNITA' "Quanto accaduto è un lutto che colpisce la comunità: la perdita di una vita umana, per di più così giovane, è un dramma davanti al quale altre parole sarebbero superflue": così il sindaco di Castelfranco Emilia, Stefano Reggianini, nell'esprimere vicinanza alla famiglia Tabacchi per la morte della piccola Giulia, uccisa dalla lastra di marmo che si è staccata dalla cornice del caminetto di casa, mentre giocava col fratellino. "Ci sono momenti in cui trovare parole giuste non è difficile, è praticamente impossibile - conclude il Sindaco Reggianini - a nome di tutta l'amministrazione comunale esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia".

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro