Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Modena, tutti in fila: nei corridoi della scuola passa il cane antidroga

La polizia municipale impegnata al Sigonio, al Cattaneo-Deledda e all’Ipsia Corni Via cellulari e tablet durante la verifica. Trovato un piccolo quantitativo di hascisc

MODENA. Sono stati fatti uscire dalle loro classi e sono stati “schierati” lungo il corridoio. Prima però tutta la tecnologia tascabile, smartphone, tablet e quant’altro, è stata “sequestrata” o meglio, fatta consegnare dai ragazzi e posta su una scrivania o su un banco.

Poi è stato il momento della passerella: il cane antidroga è sfilato tra i ragazzi cercando di captare richiami o tracce di sostanze stupefacenti.

È il copione andato in scena ieri mattina in tre istituti superiori dell ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MODENA. Sono stati fatti uscire dalle loro classi e sono stati “schierati” lungo il corridoio. Prima però tutta la tecnologia tascabile, smartphone, tablet e quant’altro, è stata “sequestrata” o meglio, fatta consegnare dai ragazzi e posta su una scrivania o su un banco.

Poi è stato il momento della passerella: il cane antidroga è sfilato tra i ragazzi cercando di captare richiami o tracce di sostanze stupefacenti.

È il copione andato in scena ieri mattina in tre istituti superiori della nostra città: il liceo Sigonio nella sede in via del Lancillotto, vicino alla polisportiva Villa d’Oro, il professionale Cattaneo-Deledda in via degli Schiocchi e l’Ipsia Corni di viale Tassoni.

Per i ragazzi è stato un blitz, per le forze dell’ordine, in questo caso la polizia municipale, si è trattato di un’altra puntata della serie di controlli concordati in piena sintonia ed appoggio con le presidenze dei vari istituti scolastici modenesi. L’obiettivo è noto: controllare, dare un segnale, rendere consapevoli i ragazzi dell’illegalità della droga, sia essa leggera oppure pesante, dei rischi, oltre alla salute, anche penali a cui si va incontro qualora si venga trovati in possesso anche di minime quantità di sostanza stupefacente. Gli ultimi dati parlano chiaro: un ragazzo su tre ha avuto a che fare con le droghe leggere e l’alcol è conosciuto dall’87% degli studenti.

Dopo Corni, Venturi, Tassoni e Barozzi che hanno ricevuto visite nei giorni scorsi, ieri mattina, come detto è toccato alle altre tre superiori. Gli equipaggi della Municipale sono entrati in azione a lezioni iniziate e nel mirino sono finite le ultime classi, quelle con i ragazzi più grandi. Al Sigonio è stata visitata la sezione musicale.

Con l’unità cinofila dei colleghi sassolesi (il cane Alex), gli agenti hanno ispezionato con il segugio anche le zone esterne alla scuola, i vari corridoi, i luoghi di passaggio. Soltanto all’Ipsia Corni è stato trovato un pezzettino di hascisc, abbandonato per terra, gettato probabilmente da qualche studente che ha fatto in tempo a sbarazzarsene prima del controllo. Per il resto nessun ragazzo delle tre scuole è stato trovato con sostanze stupefacenti. Ciò non toglie che il problema droga-studenti esista e che i controlli continueranno secondo una fitta agenda di appuntamenti.

Controlli specifici e, in sostanza, anche controlli del territorio: per la Municipale spesso queste operazioni sono l’occasione di espandere i controlli che già effettuano in zone dove notano degrado e presenze sospette. È il caso, ad esempio, della zona di via San Faustino, dell’area Windsor Park che sono vicine al polo scolastico. Qui la Municipale sta effettuando controlli contro lo spaccio e i bivacchi nonchè l’occupazione clandestina dei box garage nei sotterranei.