Quotidiani locali

Parliamoci/Maserati, a Modena si aggira un fantasma

Faceva una certa impressione venerdì sentir discutere, con passione e competenze, di rigenerazione urbana e recupero di aree dismesse a Modena al convegno organizzato dalla Cgil...

MODENA. Faceva una certa impressione venerdì sentir discutere, con passione e competenze, di rigenerazione urbana e recupero di aree dismesse a Modena al convegno organizzato dalla Cgil per un futuro all’altezza del passato, mentre fuori (e anche dentro la sala) aleggiava il nuovo fantasma del presente. Tra idee, progetti, strumenti finanziari innovativi per sopperire alla progressiva decrescita di risorse, si aggirava l’ombra di Marchionne.

leggi anche:

Evocata ad esempio senza troppi giri di parole dal neo presidente della Fondazione, Cavicchioli, mentre indicava le ex Fonderie tra ciò che andrebbe recuperato: come luogo non solo di operosità, ma anche dell’anima della città; la fabbrica come fonte di lavoro (reddito, sicurezza) ma anche laboratorio di quei valori su cui il territorio ha costruito, fatto crescere e difeso nel tempo la condivisione civile e democratica del proprio benessere. Faceva e farà impressione pensare che proprio lì a fianco si sta giocando anche il futuro produttivo della Maserati: che Marchionne disegna sempre più lontano da qui e sempre più incerto, come il domani di 120 dipendenti (per ora, poi si vedrà...)

leggi anche:

. Nei piani del manager non c’è contraddizione tra questo e l’aver concentrato a Modena gli ingegneri che fanno ricerca sulle macchine da sogno. Ma qui di incubo si tratta, avvertito in anticipo su tutti dalla Fiom: mentre l’ampio distretto dei motori (con cuore e origine proprio a Modena) vede altre imprese, dal capitale di origine diversa, investire e rilanciare le catene di montaggio, ciò che era Fiat rischia di prendere altre strade. Marchionne non tradisce nessuna promessa, semplicemente perché non ne aveva mai fatte, anzi.

E non è evocandogli lo spirito della fabbrica capace di innervare un territorio che gli si possa provocare un qualche moto dell’animo. Se Modena (e chi lontano da Modena ha a cuore Modena) ha argomenti per convincerlo, non per blandirlo, li usi, ora. A partire da quel plus di conoscenze e indotto che fa di questa terra un unicum per qualità produttiva, ben oltre il mito Ferrari. E che è valore: anche oggi che si conosce il costo, il prezzo di tutto, ma qualche volta non si conosce (o riconosce) il valore di niente, per dirla con Oscar Wilde.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro