Quotidiani locali

csi: «un minuto di silenzio sui campi»

Dalla politica alle associazioni tutti piangono l’ex vescovo

Il mondo politico ma anche quello delle associazioni di categoria e il Centro sportivo italiano (Csi) piangono la morte di monsignor Cocchi, scomparso ieri dopo una lunga malattia. Momento di...

Il mondo politico ma anche quello delle associazioni di categoria e il Centro sportivo italiano (Csi) piangono la morte di monsignor Cocchi, scomparso ieri dopo una lunga malattia. Momento di cordoglio anche durante il consiglio comunale che ieri lo ha ricordato.

«Era un punto di riferimento per tutta la comunità modenense», ha commentato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli che ha anche ricordato il suo «instancabile sollecitazione al dialogo e all’accoglienza, insieme all’attenzione ai mutamenti sociali». Il vescovo emerito è stato ricordato anche da Lucia Bursi, segretario provinciale del Pd che ha rimarcato il «suo sforzo per i più deboli». La presidente del Consiglio, Francesca Maletti, ha invece posto l’accento «sul suo grande impulso al dialogo con le parrocchie ma anche con le persone che non le frequentavano».

«Un punto di riferimento non solo per la comunità diocesana ma anche per quella civile», è il commento della presidente di Confagricoltura Eugenia Bergamaschi. Mentre Lapam Confartigianato riporta la mente al 2010 «quando al

centro delle sue lettere alla città mise la crisi economica e lavorativa. La chiesa perde un grande pastore».

Visto il forte legame con il Csi, l’associazione ha deciso di far osservare un minuto di silenzio durante gli incontri che si svolgeranno in questo week-end nei campionati Csi.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon