Quotidiani locali

Biblioteca Delfini di Modena, continuano furti e droga

Il Comune ancora immobile di fronte ad una situazione che preoccupa già da troppo tempo

MODENA. Nulla è cambiato alla Delfini e basta una occhiata nel cortile per rendersi conto di come certe cattive frequentazioni ancora siano presenti, i vigili passino ma non sempre e i tentativi di rendere maggiormente sicuro il chiostro di palazzo santa Margherita non sembrino poi così evidenti.

leggi anche:

Telecamere sull'area esterna? No. Vigilantes? Neppure. Sono passati quaranta giorni da quando la Gazzetta ha compiuto un viaggio nei “disservizi” della bibliteca Delfini di palazzo santa Margherita, problemi che non attengono minimamente i servizi librari offerti ai cittadini quanto persone poco desiderabili - con giro di furti, hashish e altre droghe annesse - alle quali in almeno un paio di occasioni, tempo fa, si è assommato anche il furto di computer. Chissà se l’arrivo di una nuova direttrice al servizio biblioteche - Debora Dameri proveniente da Vignola - porrà rimedio a una situazione che è senz’altro migliorabile.

leggi anche:

Nei giorni scorsi, infatti, dopo avere letto di problematiche che proseguono da molto tempo la caposettore cultura Giulia Severi si era precipitata alla Delfini per chiedere conto. Ne era nato un comunicato stampa che sostanzialmente negava vicende - comprese minacce alla portinaia del palazzo, una sera - che tutti conoscono da tempo, tanto che agenti di polizia in passato hanno anche controllato un spacciatore all'interno dello stabile. Andrà tutto bene anche perla nuova direttrice? O finalmente si vigilerà sull’area esterna della principale biblioteca cittadina? (s.l.)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro