Quotidiani locali

Modena, la biblioteca dei libri “vintage”

In via Canalino sta per aprire un negozio che propone agli appassionati volumi antichi e usati da acquistare

MODENA. «Restituiamo la voce ad una piccola quota di libri dimenticati». Salvo Cotrino, anima e cuore di Artigiana Design, espressione di un "saper fare" collettivo coordinato dall'architetto Luca Galantini, svela la sua eterna storia d'amore con i libri. E trasforma in realtà un sogno ricorrente, un'idea che «da tempo abitava la mia mente».

Succede al civico 44 di via Canalino, luogo in cerca di identità - bottega di frutta e verdura prima, store di sigarette elettroniche e gadget erotici poi, "un poi lungo lo spazio di un mattino "- che oggi si rimette in gioco in una nuova veste: libreria dell'usato. Con un quid in più. «Oltre a proporre ciò che io stesso apprezzo, narrativa e storia in primis, la libreria è anche pensata a misura di bambino. Ai più piccoli sarà infatti dedicato un angolo vintage dove avranno l'opportunità di scoprire che cosa leggevano i loro nonni e bisnonni quando indossavano i calzoni corti. Volumi stampati nei primi anni del secolo scorso il cui valore aggiunto sono le magnifiche illustrazioni realizzate da veri artisti. Inoltre desidero condividere con la città le passioni di chi mi è più vicino. Viaggi, arte, design, artigianato… Il mio obiettivo? Un luogo di incontro vivo, stimolante perché forte di suggestioni diverse. Vorrei che parte del mio mondo varcasse questa soglia».

UN MICROCOSMO VITALE. Un microcosmo che il nostro ospite condivide da decenni con la moglie Marzia, talentuosa decoratrice di mobili che di un'elegante semplicità ha fatto mirabile incanto. E la cui delicata impronta lasciata su cassapanche e scrittoi renderà ancora più piacevole sfogliare l'Annuario della nobiltà italiana (giusto per citare un titolo curioso datato 1882). Maestro di boutade e calembour dall'eloquio fulmineo e spesso fulminante, Salvo con le parole ci va a nozze. Pronunciate o scritte poco importa. Tanto che con lo scopo di promuovere il verbo stampato letto e riletto a prezzo abbordabile per chiunque - "dieci euro al massimo con qualche rara eccezione" - il novello libraio, ma navigato bibliofilo, ha cercato e trovato man forte non soltanto nella compagna di una vita, ma anche in un'altra anima affine.

AVVOCATO BIBLIOFILO. "Se non fosse stato per Stefano, amico e socio in questa avventura, la libreria sarebbe rimasta nel limbo delle ipotesi". Stefano è l'avvocato Lucchi, dalla cui casa di campagna proviene la maggior parte della narrativa della prima metà del Novecento ora protagonista in via Canalino. «Alfredo Panzini, Giovanni Mosca…il romanzo borghese di Aldo Palazzeschi… tutti autori che un tempo andavano molto di moda e di cui proponiamo alcune prime edizioni». Per Lucchi riconvertire l'ex negozio di frutta e verdura nel cuore di Modena (un cuore negli ultimi anni appannato da crisi e incuria e che oggi, grazie soprattutto all'iniziativa e alla tenacia di chi lo abita, sembra aver recuperato un timido battito) significa anche premiare con una vera e propria sede un'attività di compravendita rodata sulle bancarelle dei mercati cittadini. «Ogni settimana recuperiamo libri relegati nelle cantine o in soffitta per poi venderli a basso costo durante i mercati. Abbiamo iniziato in Sant'Eufemia, piazza privilegiata del mercoledì - spiega l'avvocato - Il fatto di avere uno spazio di riferimento dove indirizzare le persone interessate magari anche allo scambio di libri rappresenta senza dubbio un salto di qualità».

Nel momento in cui scriviamo i lavori sono ancora in corso. Ci accoglie un profumo buonissimo di legno e carta che preghiamo non vada perso dopo l'inaugurazione. La cui data, seppur prossima, rimane avvolta dal mistero. «Pensiamo di aprire i battenti entro fine mese. Senza fuochi d'artificio, un po' in sordina» puntualizza Cotrino

poco propenso ad un taglio del nastro in pompa magna. L'impressione è che, dopo averla tante volte immaginata, la libreria per lui sia qui, in questa strada, da sempre. Un luogo ritrovato il cui debutto sembrerà un sussurro. O forse il rumore di una pagina sfogliata per la centesima volta.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare