Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Finale Emilia, arrivano i soldi per rifare la Torre

I palazzi del centro si ammodernano, l’ospedale resta una lumaca

FINALE EMILIA. È il commiato di Fernando Ferioli, che non si ricandiderà, ma che ha strappato alla Regione gli ultimi fondi per i beni pubblici. Arriverà a breve il nullaosta per ricostruire la Torre dell’Orologio, prima spezzata e poi crollata. Si parla di uno stanziamento da circa un milione di euro, che Finale aveva perso in passato dopo il dietrofront di un Consorzio nazionale. Ma non è l’unica buona notizia perché partirà il progetto di restauro di Villa Finetti, che poi ospiterà dei se ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

FINALE EMILIA. È il commiato di Fernando Ferioli, che non si ricandiderà, ma che ha strappato alla Regione gli ultimi fondi per i beni pubblici. Arriverà a breve il nullaosta per ricostruire la Torre dell’Orologio, prima spezzata e poi crollata. Si parla di uno stanziamento da circa un milione di euro, che Finale aveva perso in passato dopo il dietrofront di un Consorzio nazionale. Ma non è l’unica buona notizia perché partirà il progetto di restauro di Villa Finetti, che poi ospiterà dei servizi sanitari ancora scarni vista la lentezza con cui procedono i lavori per la ristrutturazione dell’ex ospedale. L’intervento sarà pagato da un privato. E mentre i grandi palazzi del centro continuano a riammodernarsi c’è curiosità per capire quando ripartirà la ricostruzione dell’ex centro commerciale dei giardini De Gasperi, fermo da oltre un mese. Ma il futuro prevede di portare all’accantieramento degli edifici pubblici: il teatro ha già uno stanziamento deliberato, il municipio sarà completato almeno fino all’inizio di palazzo Galei mentre si attende di capire cosa fare del centro sportivo, ora attivo soltanto con una piscina, una palestra e due campi da tennis.