Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Scoprire Zocchetta e tutti i suoi segreti con gli itinerari in Appennino

L'itinerario non presenta alcuna difficoltà tecnica ed è costituito da due anelli con lo stesso punto di partenza: Montecorone di Zocca. I percorsi sono tutti ben segnati e ci si può divertire davvero

L'itinerario non presenta alcuna difficoltà tecnica ed è costituito da due anelli con lo stesso punto di partenza: Montecorone di Zocca. I percorsi sono tutti ben segnati (segni Cai bianco-rossi) e tabellati. Poco prima del borgo si può lasciare l'auto in un comodo parcheggio presso una piccola piazzetta con una fontana.

Primo anello: si segue brevemente in salita la strada per Monteombraro e poi si svolta a sinistra su una sterrata che offre bei panorami su Montecorone, che visiteremo al rit ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

L'itinerario non presenta alcuna difficoltà tecnica ed è costituito da due anelli con lo stesso punto di partenza: Montecorone di Zocca. I percorsi sono tutti ben segnati (segni Cai bianco-rossi) e tabellati. Poco prima del borgo si può lasciare l'auto in un comodo parcheggio presso una piccola piazzetta con una fontana.

Primo anello: si segue brevemente in salita la strada per Monteombraro e poi si svolta a sinistra su una sterrata che offre bei panorami su Montecorone, che visiteremo al ritorno. Giunti a un bivio, si segue a destra il sentiero 9 che in circa 20 minuti conduce al Sasso di S. Andrea. Dopo una piccola deviazione per salire sulla sommità del sasso, si continua sul sentiero fino a raggiungere Casa Toti.

Qui si svolta a sinistra e si scende rapidamente fino ad attraversare un piccolo ruscello in prossimità del Mulino di Livia. Il sentiero riprende a salire fino a raggiungere “Lamari di Sotto” dove si gira a sinistra lasciando il sentiero 9 che prosegue verso Roccamalatina e imboccando invece il sentiero 9A che, dopo aver nuovamente attraversato il piccolo ruscello, ci ricondurrà verso Montecorone. Giunti al bivio già incontrato all'andata, si svolta a destra per visitare il centro del borgo medioevale e infine, seguendo la strada asfaltata, si torna alle auto.

Secondo anello: si prosegue in discesa su via Montecorone per circa mezzo km, poi si gira a sinistra su via Calizzano seguendo le indicazioni per la sorgente dell'acqua solforosa. Si continua ancora su asfalto e quindi si svolta a sinistra, prima su sterrata e poi su sentiero, fino a la “Teggia”. Si gira a destra e in breve si raggiunge la frazione di Calizzano dove si svolta a sinistra sul sentiero 11A che dopo poco si inoltra in un fitto bosco: siamo nel Bosco delle Tane.

Il sentiero continua in salita costeggiando le caratteristiche cavità rocciose e si raccorda successivamente col sentiero 10A che noi seguiamo a sinistra in direzione Zocchetta. Il sentiero esce ora dal bosco e costeggia bellissimi prati, fino a sfociare sulla strada SP25 che seguiamo a sinistra fino all'Oratorio e al borgo antico di Zocchetta Vecchia. Tornati sui proprio passi si imbocca in discesa via Fraggie, prima asfaltata e poi sterrata, che ci condurrà nuovamente su via Montecorone e da qui, per la strada dell'andata, alle auto.