Quotidiani locali

Castelfrigo, il sindaco riceve operai e sindacati

Carlo Bruzzi: «L’incontro ha rappresentato l’occasione per approfondire le problematiche del distretto e la difficile situazione della cooperativa»

CASTELNUOVO. Nuovo capitolo l’altro giorno nella “vicenda Castelfrigo”, dopo il licenziamento, denunciato da Cgil, di due delegati sindacali dipendenti di cooperative che lavorano per Castelfrigo. L’altro ieri il sindaco di Castelnuovo, Carlo Bruzzi, assieme ai componenti della Giunta comunale, ha incontrato nella sala consiliare del municipio le rappresentanze sindacali delle due cooperative coinvolte nella vicenda Castelfrigo e una nutrita delegazione di lavoratori delle stesse cooperative. «L'incontro ha rappresentato l'occasione - spiega l'amministrazione castelnovese - per approfondire tutte le problematiche relative al distretto delle carni di Castelnuovo e, in particolare, la delicata vertenza che da mesi coinvolge la ditta Castelfrigo. Pur non essendo il Comune parte in causa nella vicenda, il sindaco ha espresso ai presenti l'auspicio di un accordo tra tutti gli attori che hanno a cuore lo sviluppo e il rilancio del distretto produttivo castelnovese. Contestualmente - prosegue l'amministrazione comunale - la Giunta ha espresso preoccupazione in merito ai licenziamenti dei giorni scorsi, considerando la misura adottata dalla cooperativa non certo il miglior viatico per una conclusione positiva della vertenza, ricordando che la sospensione del provvedimento di licenziamento, in attesa che l'autorità giudiziaria si pronunci in merito, era stata concordata dalle parti in un vertice in Prefettura dello scorso 5 agosto. Sindaco e giunta comunale hanno quindi auspicato una rapida conclusione di questa vicenda, nella speranza che da questo passaggio si possa ripartire per ristabilire relazioni sindacali improntate al pieno rispetto tra le parti, nella condivisione dello sviluppo del distretto come obiettivo strategico per tutti. Fino al pronunciamento del collegio arbitrale della Direzione territoriale del lavoro, l'Amministrazione Comunale chiede pertanto alla cooperativa coinvolta di dare seguito agli accordi presi in Prefettura e di procedere all'immediata sospensione del provvedimento di licenziamento dei due lavoratori. E, allo stesso modo, l'Amministrazione Comunale auspica che si possa dare sostanza all'importante accordo raggiunto lo scorso febbraio, che sembrava aver chiuso la fase di maggior tensione tra le parti».

Nell'accordo del febbraio scorso, Castelfrigo e cooperative si erano impegnati tra l'altro a nuovi incontri

sindacali per risolvere i problemi delle condizioni dei lavoratori nel sito, a riconoscere la clausola sociale nei cambi di appalto (diritto alla precedenza del posto di lavoro per gli addetti che escono e poi rientrano), alla corretta applicazione del contratto della cooperazione alimentare.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon