Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Dolore per la morte di Bianchi, aperta un’inchiesta

CAVEZZO. È stata aperta un’inchiesta sulla tragica morte di Pierluigi Bianchi, l’artigiano 52enne che domenica sera ha perso la vita in via per Concordia. La potente moto su cui viaggiava si è...

CAVEZZO. È stata aperta un’inchiesta sulla tragica morte di Pierluigi Bianchi, l’artigiano 52enne che domenica sera ha perso la vita in via per Concordia.

La potente moto su cui viaggiava si è scontrata con l’utilitaria di una 60enne del posto, nei pressi di casa della donna.

Per accertare l’esatta dinamica dell’incidente si indagherà e la magistratura ha affidato gli accertamenti alla polizia stradale che è intervenuta da Pavullo, poi supportata da una seconda pattuglia del turno serale del d ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAVEZZO. È stata aperta un’inchiesta sulla tragica morte di Pierluigi Bianchi, l’artigiano 52enne che domenica sera ha perso la vita in via per Concordia.

La potente moto su cui viaggiava si è scontrata con l’utilitaria di una 60enne del posto, nei pressi di casa della donna.

Per accertare l’esatta dinamica dell’incidente si indagherà e la magistratura ha affidato gli accertamenti alla polizia stradale che è intervenuta da Pavullo, poi supportata da una seconda pattuglia del turno serale del distaccamento di Mirandola sempre della polizia stradale. I mezzi sono stati sequestrati, e la 60enne è a sua volta ricoverata all’ospedale Maggiore di Bologna in prognosi riservata, per la violenza dell’impatto, dettata presumibilmente dalla velocità di uno dei due veicoli. La salma di Bianchi è a disposizione dell’autorità giudiziaria in Medicina legale, per cui il funerale è ancora in sospeso.

Nel frattempo, si moltiplicano le attestazioni di dolore per la moglie Miria e per il figlio. che abitavano con Pierluigi in via di Sotto. L’uomo era un esperto riparatore di automezzi agricoli, ed un grande appassionato di motocicletta, spesso frequentava anche gli autodromi di Mugello, Imola e Misano. Molti poi lo ricorderanno perché durante le feste di paese era sempre pronto a trascinare l’allegria, dilettandosi anche di canto.