Quotidiani locali

Rivoluzione droni Il futuro in volo sui cieli di Modena

Dall’uso in agricoltura allo sport: un settore in espansione Il prossimo weekend la fiera nazionale con tutte le novità

MODENA. Atterrano i droni in città con il terzo appuntamento di Dronitaly, in programma venerdì 30 settembre e sabato 1 ottobre presso il quartiere fieristico a Modena nord. Una manifestazione nazionale per fare il punto su un settore in rapido sviluppo in ogni settore come l'esplorazione degli oceani ma anche in campo agricolo. Una tecnologia, quella dei droni, piccoli elicotteri radiocomandati, utilizzata soprattutto in situazioni di emergenza come quella della ricognizione aerea dopo un terremoto, come avvenuto nell'ultimo sisma del centro Italia, per verificare situazioni e condizioni degli edifici.

Nei padiglioni fieristici suddivisi per aree, hobbisti, appassionati e professionisti potranno vedere le ultime innovazioni ma anche le normative più recenti in materia con due giorni di convegni, workshop, spazi espositivi, dimostrativi e aziende produttrici. Si parla infatti di diversi ambiti di applicazioni future per i droni come il settore dell'agricoltura, la mappatura del territorio, edilizia, sport, giornalismo, televisione, rilevazioni tecniche e fotografiche per spingersi fino agli abissi, come le esplorazioni oceanografiche. «Un mercato dinamico -spiegano gli organizzatori- con oltre 100 mila pezzi venduti nel 2015».

I droni sono sempre più fondamentali per aiutare a difendere l'ambiente e le popolazioni. Per esempio nelle situazioni di forte rischio di emergenze idrogeologiche, le ARPA italiane e la Protezione Civile stanno impiegando sempre più i droni per le attività di monitoraggio e tutela del territorio. Grazie alle fotocamere ad alta risoluzione a bordo, che consentono la mappatura e la ricostruzione in 3D del territorio con una precisione impensabile fino a pochi anni fa, i droni aiutano a rilevare e anche a prevenire molti reati ambientali, come gli incendi dolosi, lo sversamento di acque inquinate nei bacini idrici, il disboscamento, lo stoccaggio illegale di rifiuti tossici e molti altri ancora.

Nella due giorni di droni spazio anche alle scuole con la premiazione dei migliori progetti presentati dagli studenti delle scuole secondarie su proposte di utilizzo dei mezzi a pilotaggio remoto. Un settore che vede l'attenzione anche delle Università italiane, dei principali entri di ricerca e delle aziende che in questo mercato vedono importanti sbocchi economici e occupazionali. Tutte attività che coinvolgono diverse competenze, che vanno dall'ingegneria aerospaziale alla meccatronica, come telecomunicazioni, robotica, informatica, cibernetica. A Dronitaly non mancheranno infine le opportunità di formazione con workshop e convegni con una

riflessione sul crowdfunding (raccolta di fondi), tema attuale e di prospettiva che ha consentito a molte start-up di droni di affacciarsi sul mercato. Una rivoluzione alle porte. Cancelli aperti venerdì e sabato dalle 9:30 alle 18 con diversi biglietti e riduzioni.

Marco Amendola

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista