Quotidiani locali

A Modena camion urta una donna, la ferisce e fugge

In via Emilia a Marzaglia una 51enne sbalzata nel fosso con un braccio rotto mentre l’autista scappa. Appello a chi ha visto

MODENA Mentre camminava sulla via Emilia un camioncino bianco l’ha urtata spezzandole il braccio sinistro e scappando. Ora la vittima, una donna 51enne, lancia un appello a chi eventualmente abbia visto qualcosa perché telefoni e l’aiuti a trovare il pirata che l’ha ferita. È stata un incubo la mattina di venerdì scorso per Halina, un’ucraina 51enne che abita vicino a Marzaglia. La donna doveva andare a lavorare verso il centro e come sempre si era incamminata per prendere la fermata del bus vicino alla rotatoria di Marzaglia. Erano le 8.45.

«Mentre camminavo ho sentito un urto fortissimo - racconta - il dolore era lancinante, sono caduta nel fosso e il braccio sinistro era disarticolato, sanguinava e non lo tenevo fermo». L’urto infatti aveva spezzato l’arto ma il guidatore del furgone non aveva minimamente accennato a fermarsi. Anzi aveva proseguito la sua corsa in direzione di Rubiera. «L’ho visto allontanarsi. Ho pensato che facesse la rotatoria e tornasse indietro per aiutarmi. Invece è scappato».

Ma non è finita qui. Halina si è trovata da sola in un fosso con un braccio rotto e nessuno che la aiutasse. «Ho fatto in tempo a vedere il furgone e a capire che passavano delle auto. Però ero sotto choc e non riuscivo a fare nulla se non a pensare di andar via di lì. Ma ero bloccata. Poi sono salita in strada e mi sono seduta. Qualcuno mi ha visto ma sicuramente non poteva sapere che avevo un braccio rotto».

Halina è riuscita a prendere il cellulare dalla borsetta e a chiamare suo figlio, ma il telefono squillava a vuoto. «Ero disperata - racconta ancora - ho cercato di alzarmi. C’era una rete. Ho detto: adesso mi aggrappo. Ma il braccio penzolava. Così sono ricaduta nel fosso. Sentivo un dolore indescrivibile. Credevo di svenire. Volevo fare qualcosa perché almeno qualcuno mi vedesse ma il dolore era troppo forte. Allora mi sono rialzata e sono riuscita a tornare in strada. Avevo una grande paura di venire investita di nuovo». Un passo alla volta, a grande fatica, Halina è riuscita ad arrivare al bar di Marzaglia. In quel momento il figlio l’ha chiamata e ha capito che si trattava di un’emergenza. Poco dopo è arrivato un amico del figlio che l’ha caricata e portata al pronto soccorso del Policlinico. I medici l’hanno visitata e portata in ortopedia. L’hanno fasciata e medicata in attesa dell’intervento chirurgico che si terrà domani: la donna ne avrà per almeno due mesi. «Per il lavoro sarà un grave problema - dice - ma vorrei che quell’autista scappato

fosse preso». Halina non ha ancora fatto denuncia; ma appena starà un po’ meglio lo farà. Intanto chiede aiuto a chi si sia trovato a passare la mattina di venerdì sulla via Emilia e abbia visto qualcosa. Chi abbia informazioni può chiamare il numero 327.2485591.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista