Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il “Palio del Pettine” di Mirandola vinto da San Martino e San Giacomo

In duemila alla manifestazione con la sfida tra le frazioni per decretare il miglior piatto di maccheroni fatti in casa

MIRANDOLA. Il Palio del Pettine si conferma una manifestazione di prima qualità, tanto dal punto di vista della gastronomia che da quello della socialità, elemento fondamentale per il territorio di Mirandola e delle sue frazioni, che ancora oggi fanno i conti con i disastri del sisma 2012.

Nell’edizione 2016, iniziata venerdì sera e conclusa ieri pomeriggio, sono state infatti circa duemila le persone che si sono recate a Quarantoli, la frazione che quest'anno ha ospitato il Palio del Pettine ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MIRANDOLA. Il Palio del Pettine si conferma una manifestazione di prima qualità, tanto dal punto di vista della gastronomia che da quello della socialità, elemento fondamentale per il territorio di Mirandola e delle sue frazioni, che ancora oggi fanno i conti con i disastri del sisma 2012.

Nell’edizione 2016, iniziata venerdì sera e conclusa ieri pomeriggio, sono state infatti circa duemila le persone che si sono recate a Quarantoli, la frazione che quest'anno ha ospitato il Palio del Pettine, e 250 sono state quelle mobilitate per la realizzazione dell’evento, durante il quale sono stati cucinati circa 500 chili di maccheroni.

Un Palio del pettine da record a Mirandola

La manifestazione ha visto le sei frazioni di Quarantoli, Cividale, Gavello, Mortizzuolo, San Giacomo Roncole e San Martino Spino sfidarsi nella cottura del miglior piatto di maccheroni al pettine. I piatti sono stati giudicati da tre giurie: la giuria popolare, presieduta dal sindaco di Mirandola Maino Benatti, la giuria internazionale, presieduta da Franz Brichte e Bruno Diazzi, e una giuria tecnica, presieduta dalla chef pluridecorata Giovanna Guidetti. Quest’anno sono state due le frazioni che si sono aggiudicate il Palio: San Giacomo Roncole ha infatti vinto sia il palio della giuria popolare che quello della giuria internazionale, mentre la giuria tecnica ha premiato San Martino Spino, con un ragù “quattro stagioni”.

Palio del pettine, doppio vincitore con lode

«È la prima volta che le giurie internazionale e popolare esprimono lo stesso voto - commenta Vanni Sartini, uno degli organizzatori - Tutte le ricette sono state giudicate di livello altissimo, e solo oggi (ieri) sono state presenti circa settecento persone».

Il ricavato della manifestazione sarà consegnato dagli organizzatori alle comunità del Centro Italia colpite dal terremoto, come segno di solidarietà: «Le nostre sono frazioni lontane dal capoluogo - spiega Sartini - Per noi questo palio significa solidarietà, significa condivisione di socialità di frazioni lontane dal capoluogo. Dopo il terremoto, complici anche i problemi di sicurezza, la socialità è stata molto colpita, e questi sono momenti di aggregazione che funzionano, fanno vedere la voglia di divertirsi e stare insieme».

©RIPRODUZIONE RISERVATA